Inaugurata la “Fondazione Kleros”, in ricordo di Gerardo Farella e Simone Rocco

La Onlus costituita da Angelo Farella si occuperà di aggregare e formare i giovani puntando anche su un osservatorio territoriale dedicato alle nuove generazioni

Un momento dell'inaugurazione

E’ stata inaugurata ieri sera, negli spazi di via Cesare Battisti a Bellizzi, la “Fondazione Klêros – Gerardo e Simone” – una onlus nata dal desiderio di tener vivo il ricordo di Gerardo Farella e Simone Rocco, due giovani deceduti prematuramente nel luglio del 2015 a causa di un incidente stradale, la cui scomparsa ha lasciato un grande vuoto nell’intera comunità di Bellizzi.

Il ricordo

Gerardo, appassionato di studi scientifici era riservato e pacato; Simone, amante dello sport e giocatore di pallacanestro era invece estroverso ed esuberante, legati nella vita da una profonda amicizia, accomunati, purtroppo, da un tragico destino comune. A loro la Fondazione - costituita da Angelo, il papà di Gerardo - dedicherà il proprio operato, le iniziative e i progetti che saranno organizzati nel tempo. Klêros – che deve il suo nome alla consuetudine spartana che prevedeva che i terreni che rimanevano senza un erede, tornassero nella disponibilità della collettività – è dedicata ai giovani creando occasioni di crescita e condivisione culturale, professionale e sociale attraverso corsi di formazione, assegnazione di borse di studio e l’organizzazione di attività aggregative. In onore della passione e la propensione di Gerardo Farella per l’ambito matematico-scientifico, la Fondazione darà vita ad un bando tramite cui assegnare una o più borse di studio a ragazzi che intendono intraprendere studi universitari. Questo progetto prediligerà, ovviamente, giovani appartenenti a famiglie indigenti che, senza un supporto, non avrebbero l’opportunità di garantire ai propri figli gli studi accademici. Alla passione di Simone Rocco per lo sport e per il basket in particolare, Kleros prediligerà manifestazioni sportive tra cui un memorial ed altri appuntamenti dello stesso tenore. Anche per l’ambito sportivo, la fondazione si preoccuperà di garantire ad un numero cospicuo di ragazzi la possibilità di accedere ad attività sportive presso società operanti sul territorio.

Il commento

Soddisfatto il presidente Angelo Farella: “In un periodo socio-storico-economico non facile, il prezzo più caro da pagare ricade sulle giovani generazioni.  La diffusa difficoltà a farsi strada nel mondo del lavoro nega a molti la possibilità di gettare solide basi su cui costruire il proprio futuro. Tra i nostri primi obiettivi, c’è quello di dar vita ad una serie di corsi di formazione professionalizzanti, tramite cui offrire nuovi strumenti e maggiori chances di trovare sbocchi lavorativi. Grazie al supporto fattivo di numerosi imprenditori del territorio, siamo già all’opera per allestire i primi corsi”. Eccellenza della Fondazione, sarà l’Osservatorio Territoriale Giovani che indagherà la condizione giovanile a Bellizzi, nella provincia di Salerno e in tutta la Campania.  “Lo scopo – continua Farella - è leggere ed interpretare i bisogni, le risorse e le problematiche che abitano il territorio, al fine di individuare interventi e servizi a favore del mondo giovanile. Uno sguardo attento sull’attuale contesto sociale, culturale ed economico, evidenzia la presenza di profondi processi di cambiamento che investono anche i linguaggi, gli atteggiamenti e i valori delle nuove generazioni. L’Osservatorio monitorerà disagi, devianze, bisogni, valori e le diverse modalità di espressione e di socializzazione dei giovani, tradizionalmente la fascia sociale più sensibile ai mutamenti della società e ai significativi cambiamenti che caratterizzano la modernità. Inoltre ci concentreremo sui consumi culturali, i linguaggi espressivi e le culture giovanili, analizzando le profonde trasformazioni sociali determinate dallo sviluppo tecnologico della comunicazione”. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Rapina alla sala slot, addetto aggredito con un cacciavite: scatta il fermo per un 29enne salernitano

  • Cronaca

    Muore per infarto a 36 anni: identificato il cadavere trovato ad Eboli, lutto a Castellabate

  • Cronaca

    Cremonese-Paganese, ansiolitico ai compagni di squadra: chiesta condanna per Paoloni

  • Cronaca

    Buccino, furto in un'abitazione: ladri in fuga

I più letti della settimana

  • Corruzione a Salerno: arrestati il direttore dell'Agenzia delle Entrate, l'imprenditore La Marca e un ex affiliato al clan Maiale

  • Neonata salernitana muore al Santobono, madre condannata per omicidio

  • Rapina a mano armata al tabacchi di via Conforti: ferito il titolare, bottino di 1000 euro

  • Giovane malmenato al Modo, il capo dei buttafuori: "Ecco perchè sono intervenuti"

  • Muore per infarto a 36 anni: identificato il cadavere trovato ad Eboli, lutto a Castellabate

  • Giovane malmenato dai buttafuori: il Questore sospende il "Modo" per 15 giorni

Torna su
SalernoToday è in caricamento