homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius
Aziende » Arredamento » Architettura d'interni »

Setadesign

  • di Alfonso Escoffier e Teresa Siano
  • studio

Contatti

Mappa
Piazza San Francesco D'Assisi · 12 · Salerno · 84122 Centro

Creare rispettando l'ambiente. Questa la filosofia del progetto eco-sostenibile ideato da Alfonso Escoffièr, appassionato di pittura e del riutilizzo e recupero di componenti elettronici, e Teresa Siano, architetto. Tutto nasce da un pensiero: "nulla è ciò che appare, nulla si crea, nulla si distrugge, ma tutto si trasforma". È così che da vecchie "risorse", quali i componenti elettronici dei computer, obsoleti e/o guasti, o materiali di scarto di altre lavorazioni, è nata l'idea di realizzare oggetti di uso quotidiano che risultano anche elementi di design eco-artistico.

Il concetto è un pò quello del "ready-made", il cui inventore fu il dadaista Marcel Duchamp nei primi decenni del Novecento, dove un comune manufatto di uso quotidiano assurge ad opera d'arte una volta prelevato e posto così com'è in una situazione diversa da quella del suo vero utilizzo.

I prodotti realizzati rappresentano una novità assoluta nel loro genere, visto che sono costituiti da materiali di recupero. Fili, cavi, elementi elettronici, scarti, perdono la loro funzione originaria diventando elementi di design artistico di alto livello che mira a mostrare la valenza del riuso e della creatività. E' il caso di MbLamp, la lampada da tavolo realizzata riciclando le schede madri dei computer, che ha permesso ai due artisti la menzione "Opera del mese" ed "opera simbolo" per festeggiare il secondo compleanno del Museo del Riciclo (www.museodelriciclo.it) o della LightLamp, realizzata con scarti di plexiglass e completamente smontabile. Tutti i pezzi, numerati, sono integralmente realizzati a mano, artigianalmente, con materiali riciclati, offrendo anche la possibilità personalizzare, a seconda delle richieste, ogni singolo oggetto.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Potrebbe Interessarti

    • Incidenti stradali

      Tragedia all'Università: 23enne uccisa da un bus, parlano il Rettore e gli studenti

    • Cronaca

      Studentessa in abito come Belen senza mutandine per protesta

    • Cronaca

      Lacrime e palloncini al funerale di Francesca Bilotti, il giorno del dolore

    • Elezioni regionali Campania 2015

      Regionali 2015, ecco i nomi dei consiglieri salernitani eletti

    Torna su
    SalernoToday è in caricamento