Influenza: oltre un milione di contagi dall'inizio della sorveglianza

Nella 50esima settimana del 2019 l'influenza ha superata la soglia che determina l'inizio del periodo epidemico. Il numero dei casi stimati in questa settimana, infatti, è di circa 207.000, per un totale di circa 1.099.000 casi

Nella 50esima settimana del 2019 l'influenza ha superata la soglia che determina l'inizio del periodo epidemico. Il numero dei casi stimati in questa settimana, infatti, è di circa 207.000, per un totale, dall'inizio della sorveglianza, di circa 1.099.000 casi. A rivlearlo è stato l'Istituto Superiore di Sanità che spiega come ad essere colpiti maggiormente sono i bambini al di sotto dei 5 anni di età tra i quali si registra un’incidenza pari a 9,0 casi per mille assistiti rispetto alla media totale di 3,4 casi per mille assistiti. L'andamento, secondo l'ISS, sarebbe sovrapponibile a quello della scorsa stagione influenzale.

I dati

L'Istituto Superiore di Sanità ha anche riportato l'elenco degli indicatori disponibili:

  • Casi gravi: dall’inizio della sorveglianza sono stati segnalati 6 casi gravi di cui 2 deceduti.
  • Mortalità: durante la 49a settimana del 2019 la mortalità è stata inferiore al dato atteso, con una media giornaliera di 194 decessi rispetto ai 205 attesi.
  • InfluWeb: durante la 50a settimana del 2019, circa il 78% dei casi di sindrome simil-influenzale riferisce di non essere stato visitato da un medico del Servizio sanitario nazionale ma di aver avuto una sindrome simil-influenzale.
  • InfluNet-Epi: nella 50a settimana del 2019 l'incidenza totale è pari a circa il 3,43 casi per mille assistiti.
  • InfluNet-Vir: durante la quinta settimana di sorveglianza virologica (50/2019) per la stagione 2019/2020, rimangono bassi i livelli di circolazione dei virus influenzali. Nel complesso, dall’inizio della stagione, sono stati identificati 45 ceppi di tipo A e 12 di tipo B.

Prevenzione

L'Asl da ottobre ha avviato un programma di vaccinazione che, ad alcune categorie di persone, viene somministrata gratuitamente. Anche alcune piccole abitudini quotidiane,come lavarsi frequentemente le mani (con acqua o gel alcolici), riparare il naso e la bocca quando si starnutisce, stare a casa quando si è malati, possono aiutare a prevenire il contagio,

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I clan attivi in provincia di Salerno: nuova relazione dell'Antimafia

  • Blitz a Casa Campitelli di Pagani, scoperta "azienda" della droga: 13 arresti

  • Dramma a Cava, giovane precipita dal balcone e muore

  • Arancini, crocche e specialità siciliane: inaugurata "Mizzica" a Salerno

  • Chiudono le edicole, parlano i giornalai: "Con 800 euro non si può vivere"

  • Paura a Battipaglia, rapinato un supermercato: donna ferita

Torna su
SalernoToday è in caricamento