Ottobre rosa: la Fidapa illumina Villa Matarazzo a Castellabate

La cerimonia di accensione si terrà lunedì 28 ottobre alle 17:30 alla presenza dell’intero direttivo al femminile della Fidapa Castellabate

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

La facciata di Villa Matarazzo a Santa Maria di Castellabate s’illumina di rosa in occasione del mese per la prevenzione del tumore al seno. Un gesto simbolico attraverso il quale la Fidapa sezione di Castellabate vuol ribadire di essere al fianco di chi soffre e di supportare tutti coloro che si occupano di ricerca e di prevenzione. Proprio come per Palazzo Madama, illuminato dal Presidente del Senato, Elisabetta Casellati, l’intento è quello di puntare i riflettori sull’importanza delle diagnosi precoci. La villa si vestirà di colore rosa fino al 31 ottobre, un mese dedicato all’importanza della sensibilizzazione, della prevenzione e del sostegno alla ricerca.

La cerimonia di accensione si terrà lunedì 28 ottobre alle 17:30 alla presenza dell’intero direttivo al femminile della Fidapa Castellabate, guidata dal presidente Antonia Passaro, dai rappresentanti degli enti che hanno patrocinato l’evento, il Comune di Castellabate con il sindaco Costabile Spinelli e la rappresentanza al femminile dell’amministrazione comunale, il Parco Nazionale del Cilento con il Presidente Tommaso Pellegrino, in veste anche di medico oncologo chirurgo. Seguirà un momento di aggregazione e di confronto tra donne, alcune delle quali porteranno le storie di speranza di chi ha lottato contro il cancro alla mammella. La cittadinanza è invitata a partecipare per sostenere l’iniziativa. Il Presidente della Fidapa Castellabate, Antonia Passaro, dichiara: «L’ottobre rosa ci ricorda che la prevenzione non è mai troppa. La nostra sezione Fidapa, come tante altre sezioni a livello nazionale, si è subito unita alla campagna di prevenzione alla lotta contro il tumore al seno con l’intento di sollecitare le proprie concittadine, e non solo, all’importanza della prevenzione con un segnale positivo di supporto e solidarietà.»

Torna su
SalernoToday è in caricamento