Torta salata con pate' di carciofo bianco: la ricetta

Una torta dal colore verde smeraldo a rappresentanza di un territorio

A sud di Salerno e precisamente nell'area del basso Tanagro, nei paesi di Pertosa, Auletta, Caggiano e Salvitelle, si coltiva un carciofo dal colore verde smeraldo che prende il nome da uno dei paesi produttori : il Carciofo Bianco di Pertosa. E' una specie autoctona che produce dei capolini dolci e senza spine, teneri da poter essere mangiati crudi o conservati sott'olio, spesso trasformati in creme o patè. Questa pianta, che fa parte della famiglia del cardo comune, è diventato con il tempo anche Presidio SlowFood.

Tra le varie aziende produttrici, tutte degne di stima per la tenacia e la passione che dedicano a questo prodotto ma soprattutto a questo Territorio, si distingue per il suo patè l'Azienda Agricola Sole di Cajani. Ubicata nel comune di Caggiano, in località Spinosello, è produttrice oltre che  del carciofo, anche di olio extra vergine di oliva, lo stesso che troverete nel barattolo per la conservazione della crema......e che ve lo dico a fare.

Da qui l'idea di proporvi un piatto semplicissimo, che di sicuro vi avranno proposto e riproposto.....ma mai con gli ingredienti giusti (e fatevela na risata).

La torta con patè di carciofi richiede pochissime attenzioni; basta amalgamare gli ingredienti da mettere tra le sfoglie ed infornare; soprattutto potrete servirla sia fredda come antipasto, che calda appena uscita dal forno.

Ingredienti per 6 porzioni:

Per la sfoglia

250gr di farina 00

4 cucchiai di olio EVO

1 bicchiere di acqua fredda

salle qb

Per il ripieno

300gr di ricotta di vacca

150gr di patè di carciofo bianco

50ml di latte

1 uovo

1 cucchiaio di parmigiano grattugiato

1 cucchiaio di olio EVO

sale e pepe qb

Incominciate con il preparare la pasta per le sfoglie versando in una ciotola la farina, l'olio, l'acqua ed il sale ed impastate dolcemente fino ad ottenere un impasto morbido ed elastico. A questo punto dividete l'impasto in due parti, 2/3  ed 1/3. La parte più grande stendetela in una teglia dal diametro di 25cm, ma ricordate di ungerla prima con l'olio o di rivestirla con carta forno. A questo punto in una seconda ciotola mettete la ricotta e il latte ed incominciate ad amalgamare (per rendere la ricotta più liscia, potreste passarla con il frullatore ad immersione); aggiungete poi il patè, l'uovo, il parmigiano, il sale ed il pepe. Rimescolate fino ad ottenere un composto omogeneo e aggiungete il cucchiaio di olio solo se necessario, visto che il patè è comunque conservato con olio EVO che userete in parte per l'impasto. Versate il miscuglio (che brutto sto termine) nella teglia e coprite con la sfoglia, facendo bene attenzione a chiudere bene i bordi. Ricordatevi di forarla con una forchetta per evitare che si gonfi troppo e di ungerla con un po di olio del barattolo se vi è avanzato. Ora mettete in forno preriscaldato per circa 40min a 200° o fino a quando la superficie sarà leggermente dorata.

Calda o fredda........mangiatela accompagnata da un buon vino rosso e poi fatemi sapere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Sant'Egidio, donna muore folgorata nella doccia

  • Colto da malore mentre l'amico fa benzina: muore 30enne a San Mango Piemonte

  • Travolto da un treno ad Angri: Tobia è morto, Agro a lutto

  • Morto investito da un treno, la sorella: "Vorrei abbracciare chi ha avuto il cuore di mio fratello"

  • Paura nel Golfo di Policastro, registrate quattro scosse di terremoto in mare

  • Paura a Salerno, le onde invadono la spiaggia di Santa Teresa

Torna su
SalernoToday è in caricamento