"GustaSalerno"

"GustaSalerno"

Pizze, fritti e cocktail da "Granammare" a Salerno: bagno di folla all'inaugurazione

Tantissime persone hanno partecipato all'apertura della nuova pizzeria situata su via Lungomare Tafuri 11, nei pressi del centro cittadino e del Forte La Carnale, uno dei luoghi simbolo del capoluogo

Lo staff della pizzeria

Tanta curiosità e tanto entusiasmo, martedì sera, a Salerno per l’inaugurazione di “Granammare”, in via Lungomare Tafuri 11, nei pressi del centro cittadino e del Forte La Carnale, uno dei luoghi simbolo del capoluogo. Ma non si tratta di una pizzeria qualsiasi. In questo caso l’imprenditore Nicola Cardillo, insieme al suo entourage, ha voluto investire su un innovativo format gastronomico:  Granammare, infatti, coniuga un’intensa esperienza culinaria alla scoperta del gusto della pizza e dei fritti d’autore, con l’atmosfera sofisticata e confortevole della cocktaileria.

Le caratteristiche

Il piacere del palato, esaltato dall’eccellenza dei prodotti, e un design caratterizzato dal richiamo agli elementi tipici della città e della Costiera Amalfitana, si fondono per creare un mix unico e originale. Il luogo ideale per pranzo, aperitivo e cena, nel quale assaporare tutta la bontà della pizza, declinata in gusti classici e rivisitati, oppure degustare i fritti artigianali accompagnati dai cocktail preparati con cura dal barman Alfonso Zito. La pizzeria può contare su una novantina di posti a sedere. Non è previsto il servizio a domicilio.

Le pizze tradizionali, innovative e gourmet

Da Granammare la pizza (disponibile anche senza glutine con area gluten free dedicata) è assoluta protagonista. Un capolavoro del gusto che prende forma, colore e sapore all’interno dei due forni allestiti nella struttura, rappresentati graficamente nell’icona del marchio. Il menù è un viaggio nella tradizione campana: dal pomodoro San Marzano, oro rosso dell’Agro Nocerino Sarnese, alla mozzarella di bufala, uno dei prodotti campani più apprezzati al mondo, all’olio Extra Vergine di Oliva, alimento principe della Dieta Mediterranea. La fusione di prodotti di terra e di mare, presente in numerosi piatti, è in linea con la filosofia del locale.  Granammare si propone di raccontare il territorio attraverso le sue eccellenze gastronomiche. Per questo motivo, lo staff seleziona accuratamente i migliori produttori del territorio per garantire una memorabile esperienza di gusto. Le pizze sono il frutto di una grande attenzione ai metodi di preparazione, dall’impasto a lunga lievitazione alla sapiente combinazione delle materie prime. I fritti d’autore, adatti ai palati più esigenti, i taglieri con i formaggi e salumi nostrani, e le ricche insalate, completano l’offerta. I nomi dei piatti sono un omaggio al territorio, alla sua storia e alle sue eccellenze turistiche. I maestri pizzaioli (Alfonso Saviello e Tommaso Lastra) imprimono il loro marchio di qualità nel menù di Granammare, proponendo una vasta scelta di pizze, da quelle tradizionali alle “gourmet”, che nascono dalla ricerca e dalla sperimentazione.

La pizza “Granammare

Una delle pizze di “punta” è la Granammare, autentica espressione dei sapori campani grazie ad un mix di ingredienti come alici di Cetara, pomodorini gialli, stracciata di bufala e zeste di limoni. 

Il “Food pairing”

I cocktail Granammare nascono da una sapiente combinazione tra tradizione e innovazione. Ai grandi “classici” si affiancano i drink innovativi, frutto della creatività del bartender. In una continua ricerca di nuove sensazioni gastronomiche, ognuno dei cocktail prevede l’abbinamento con una proposta food scelta per ottenere un’esplosione di sapore e di gusto.  Sono il risultato di un’accurata selezione di prodotti di elevata qualità che, unita all’arte del bartender, contribuisce a rendere indimenticabile l’aperitivo. 

I commenti

Particolarmente soddisfatto l’imprenditore Cardillo: “Granammare nasce dalla visione di unire due mondi: quello della pizza rappresentato dal grano, e quindi dalla genuinità delle materie prime utilizzate come la farina, e quello marittimo per valorizzare la posizione della struttura, situata a pochi passi dal mare con vista sul Golfo di Salerno”. Poi si sofferma sull’attenzione per coloro i quali possono mangiare cibi senza glutine: “Per loro abbiamo un forno e una stanza integrata con il resto della pizzeria. Devono sentirsi uguali agli altri, non deve esserci alcuna differenza anche nella qualità del prodotto che offriamo”.  Al suo fianco il manager Paolo Nobile che valorizza il Food pairing: “Con questa novità offriamo ai nostri clienti una bella alternativa rispetto alle solite pizze tradizionali”.

Al taglio del nastro, oltre ad una nutrita presenza di giornalisti e cittadini, anche due esponenti dell’amministrazione comunale. L’assessore alle politiche giovanile e innovazione Mariarita Giordano: “Auguri, in bocca al lupo e complimenti per questa nuova attività che è una nuova opportunità per la nostra città. Il gruppo che ha creato questa realtà è molto vicino a me, l'ho conosciuto in un contesto sportivo, con a capo una personalità poliedrica. Il segreto della longevità e del successo di un'attività è la lungimiranza, la disponibilità a investire e a dare qualità. Ed è importante investire in una location con un panorama di eccellenza in una città di eccellenza come Salerno. Chi dice il contrario è in grave errore. l'idea dell food pairing di pizza e cocktail è una vera innovazione e un'ottima strategia di diversificazione, perché l'innovazione è sempre in divenire. Spero che questo sia l'inizio di una lunga serie di incontri per degustazioni e rapporti di amicizia. In bocca al lupo a chi ha messo in campo le idee e allo staff. Grazie per aver creato opportunità di lavoro, investendo in una città bellissima ma spesso criticata per la carenza di opportunità”.

Gli fa eco l’assessore al commercio Dario Loffredo: “Siamo contenti di sostenere e affiancare imprenditori privati in iniziative come questa per creare occupazione, movimento, Pil. Complimenti alla comunicazione e allo straordinario percorso social che ha saputo immaginare. Il livello architettonico delle attività si sta elevando, in una rincorsa degli imprenditori a chi fa meglio, a cui gli amministratori dovrebbero ispirarsi per avere visione. Non bisogna avere paura di andare oltre i sensi e il gusto, sperimentando la combinazione di cocktail e pizza”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Sant'Egidio, donna muore folgorata nella doccia

  • Colto da malore mentre l'amico fa benzina: muore 30enne a San Mango Piemonte

  • Morto investito da un treno, la sorella: "Vorrei abbracciare chi ha avuto il cuore di mio fratello"

  • Suicidio a Salerno, uomo trovato morto in strada: si indaga

  • Paura nel Golfo di Policastro, registrate quattro scosse di terremoto in mare

  • Incidente a Cassino, grave don Antonio Agovino di Sarno: i fedeli si riuniscono in preghiera

Torna su
SalernoToday è in caricamento