"GustaSalerno"

"GustaSalerno"

La Pietra Azzurra” fa bis… “Pizz e Maccarun” cambia nome e riapre

Un luogo del gusto dove sperimenta partendo dal grande bagaglio della tradizione e attingendo dai prodotti locali, in buona parte coltivati nell’azienda agricola di famiglia

Un cambio di pelle che non tocca la sostanza. Perché se “Pizz e Maccarun” è da cinque anni un riferimento gastronomico per Sala Consilina, nel Vallo di Diano, lo si deve alla tenacia ed al talento della pizzaiola Francesca Gerbasio. Socia ed allieva del pizzaiolo contadino Michele Croccia, in questo periodo di lockdown, hanno deciso insieme di rinnovare il look del locale “Pizz e Maccarun”, ribattezzandolo col nome “La Pietra Azzurra”. Un secondo indirizzo, dunque, per il concept ideato da Croccia a Caselle in Pittari. Un luogo del gusto dove sperimenta partendo dal grande bagaglio della tradizione e attingendo dai prodotti locali, in buona parte coltivati nell’azienda agricola di famiglia. “Durante questo periodo abbiamo avuto modo di riflettere su questo cambio di nome che da tempo era nell’aria”, spiega Francesca. “E questo era il momento giusto per cambiare un po’, in realtà abbracciando ancor di più i nostri principi di sempre. Protagonista è sempre la materia prima fresca locale che accompagniamo ai nostri impasti ed al nostro bagaglio culturale e gastronomico”.

La filosofia

“La filosofia dei due locali è praticamente uguale, seppure a Sala Consilina abbiamo un pubblico più giovane e di passaggio. Ma alla base c’è la voglia di innovare senza stravolgere i nostri valori, le nostre tradizioni e i preziosi dettami della Dieta Mediterranea. Così è nata l’idea di trasformare Pizz e Maccarun ne La Pietra Azzurra del Vallo di Diano, partendo dal presupposto che in futuro altri allievi di Michele – che sposeranno a pieno questi principi – potranno aiutarci a dar vita ad altre realtà con lo stesso nome”, conclude. Un nome dunque che si fa garanzia di materia prima, di etica, di consapevolezze acquisite nel tempo, lavorando e studiando con passione e dedizione.
La riapertura, tardata proprio per rifarsi il look rispetto ai tempi concessi dopo il lockdown, avverrà oggi lunedì 22 giugno, alle ore 18. “La Pietra Azzurra” Vallo di Diano resterà aperta tutte le sere a partire dalle ore 18.

Menù stagionale e novità

Com’è sempre stato, il menù de La Pietra Azzurra rispetta a pieno la stagionalità. Anche in quello delle pizze, per cui sia Francesca che Michele sono un riferimento, avviene un cambio legato alla disponibilità di prodotto fresco.
Le loro creazioni, in stile napoletano, sono particolarmente identitarie e legate al territorio. Pizz e Maccarun, nome ormai in pensione, si trasformerà (per non dimenticare!) in una pizza golosa! Da ordinare al più presto all’indirizzo di Sala Consilina. Tra le novità di questo nuovo corso è la “merenda cilentana” che terrà banco dalle ore 18 alle ore 20 e permetterà di godere di una selezione di prodotti tipici locali e di golose montanarine da accompagnare a vini e birre artigianali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Francesca Gerbasio

Periodo di lockdown emozionante per la pizzaiola valdianese che è stata tra le protagoniste della trasmissione televisiva “Pizza Girls”, ideata dal regista Carlo Fumo. In onda su La 5 per tutto il mese di maggio ha acceso i riflettori sulle donne nel mondo della pizza. Classe 1982, originaria di Padula, è nella ristorazione da vent’anni, mentre lavora come pizzaiola dal 2011. Dal 4 marzo 2015, data di apertura di “Pizz e Maccarun” a Sala Consilina, è socia del pizzaiolo Michele Croccia, di cui è stata allieva.
Diversi i premi che, negli anni, ha portato a casa, ma il più importante e a cui resta più affezionata è il Pizza Chef EmergenteSud al Circolo Canottieri di Napoli che – nel 2014 – la decreta non solo vincitrice ma anche la prima ed unica donna ad aver ricevuto il premio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 27 nuovi contagi in Campania: il bollettino

  • Muore folgorata in casa, la difesa dell'elettricista: "Indagate tutti i familiari"

  • Sorpresa in Costiera, "Fratacchione" Fazio in vacanza ad Amalfi

  • "Non mi dai da bere? Ti accoltello": un arresto a Torrione, beccato anche uno spacciatore

  • Covid-19: 5 nuovi contagi in Campania, i dati del bollettino

  • Incidente mortale nella notte, Cava: giovane centauro perde la vita

Torna su
SalernoToday è in caricamento