"GustaSalerno"

"GustaSalerno"

Farina, amore e fantasia: gli scialatielli della Costiera tra le specialità tradizionali campane

Condimento "originale" degli scialatielli sono senz'altro i frutti di mare rosati da qualche pomodorino. Dal giorno della loro ideazione ad Amalfi, gli scialatielli si sono diffusi in tutto il territorio

Li preparò per la prima volta, alla fine degli anni '60, lo chef amalifitano Enrico Cosentino: squisiti, gli scialatielli della Costiera, pasta fatta a mano di una forma che ricorda un fusillo, ma più corto e più schiacciato, prodotti con farina, latte, uova, basilico, olio extra vergine d'oliva, sale, pepe di mulinello e pecorino grattugiato.

La curiosità

Tutti gli ingredienti sono lavorati a mano e poi lavorati per realizzare la pasta, che va lasciata riposare e tagliata a listarelle di circa 10 cm di lunghezza. Condimento "originale" degli scialatielli sono senz'altro i frutti di mare rosati da qualche pomodorino. Dal giorno della loro ideazione ad Amalfi, gli scialatielli si sono diffusi in tutto il territorio e sono entrati a pieno titolo nel novero delle specialità tradizionali campane.
 

Potrebbe interessarti

  • Salerno: 5 locali perfetti per trascorrere una serata in riva al mare

  • "Aiuto, la strada è infestata dai serpenti": allarme dei residenti a Calata San Vito

  • Invasione di insetti rossi a Salerno: la gente scappa dal lungomare

  • Il mare più bello d'Italia è quello di Pollica e del Cilento Antico: parola di Legambiente e Touring Club

I più letti della settimana

  • "Do 1000 euro a chi restituisce il cellulare alla mamma di Alessandro": l'appello di un nostro lettore

  • Salerno: 5 locali perfetti per trascorrere una serata in riva al mare

  • Sole, mare e panorami mozzafiato: i Giardini del Fuenti incantano grandi e piccini

  • "Aiuto, la strada è infestata dai serpenti": allarme dei residenti a Calata San Vito

  • Suicidio a Battipaglia, dolore nella comunità

  • "Nero di m...." rissa su Corso Garibaldi a Salerno: arrivano i carabinieri

Torna su
SalernoToday è in caricamento