A2 'Autostrada del Mediterraneo': Anas installa innovativi spartitraffico

rattasi di dispositivi di sicurezza stradali ideati e progettati da tecnici Anas, realizzati in calcestruzzo armato e predisposti ad adattarsi in maniera dinamica alla strada anche in presenza di spazi ridotti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Lungo l'A2 'Autostrada del Mediterraneo' sono in corso, da parte di Anas, gli interventi per l'installazione delle nuove  barriere spartitraffico, tra i comuni di Fisciano e Baronissi, nel tratto compreso dal km 2,500 al km 5,000, in provincia di Salerno. Le nuove barriere spartitraffico, per la prima volta in Italia, sono in fase di installazione lungo l''Autostrada del Mediterraneo'. Trattasi  di dispositivi di sicurezza stradali ideati e progettati da tecnici Anas,  realizzati in  calcestruzzo armato e predisposti ad adattarsi in maniera dinamica alla strada anche  in presenza di spazi ridotti.

I nuovi dispositivi di ritenuta stradale, sono tra i più performanti e disponibili in commercio, rapidi da installare, perché  appoggiati direttamente sullo strato di usura della pavimentazione e non necessitano quindi di strutture di fondazione apposite e con costi di installazione e manutenzione ordinaria contenuti. La novità di questa nuova barriera, denominata National Dynamic Barrier Anas (NDBA), è il ‘W2’, la larghezza operativa (il massimo spostamento della barriera in caso di urto) ottenuta con le prove di crash test, eseguite con l'impatto di un mezzo pesante da 38.000 Kg, che hanno dimostrato come questa barriera unica al mondo è in grado di resistere ottimamente anche a due eventi incidentali successivi.

 
 

Torna su
SalernoToday è in caricamento