Aasi: appello all'assessorato regionale alla Salute

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

L’AASI, attenta alle problematiche quotidiane degli operatori autisti soccorritori del servizio urgenza emergenza sanitaria, nonché le problematiche degli operatori dei servizi trasporto infermi intra ed extra ospedalieri delle varie regioni C H I E D E Agli assessorati regionali alla salute delle varie regioni italiane di voler valutare la nostra proposta di istallare delle barelle con sistema di sollevamento elettrico sulle ambulanze del servizio urgenza emergenza regionale, in modo sperimentale, sulle postazioni con elevato numero di interventi di soccorso, e poi, gradualmente su tutte le altre, tutto ciò a tutela della salute e sicurezza degli autisti soccorritori, del personale sanitario e dei pazienti. Tale attrezzature, sul piano internazionale, già in uso presso altri gestori del servizio urgenza emergenza sanitaria, come ad esempio la Croce Rossa Spagnola, la London Ambulance service ( LAS ) e la U.S. Navy, che dopo una sperimentazione, hanno impiegato, su tutti i loro mezzi, tale attrezzature a tutela del proprio personale, sia dipendente che volontario, per evitare patologie alla colonna vertebrale dovute alle continue sollecitazioni derivanti dal sollevamento continuo e alla ripetuta movimentazione manuale dei carichi e maggiore sicurezza per i pazienti trasportati. Riducendo così i costi sociali ed economici derivanti da episodi di infortuni sul lavoro o malattie acute e poi croniche, vi chiedo di prendere in considerazione la nostra istanza, attivando le risorse necessarie, per implementare i livelli di acquisizione di nuove attrezzature tecnologicamente avanzate da dedicare all’emergenza extra ospedaliera. presidente AASI, Dr. Stefano Casabianca

Torna su
SalernoToday è in caricamento