Presunti abusi all'asilo di Coperchia: chiesto il rinvio a giudizio per 6 persone

L'insegnante è accusata di non esser stata vigile ed aver consentito gli abusi, mentre gli altri indagati sarebbero i responsabili di violenze di gruppo e foto pedopornografiche

Dopo cinque anni di indagini sull'asilo degli orrori di Coperchia, arriva la richiesta di rinvio giudizio per  i bidelli A.A. e L.A., l’impiegato 63enne A. P., la maestra F.C. e due addetti alle pulizie, D.L e A. R.. Come riporta La Città, riflettori nuovamente puntati sugli episodi di violenza subiti dai bimbi nell'istituto per l’infanzia nell’anno scolastico 2009-2010: l’insegnante è accusata di non esser stata vigile ed aver consentito gli abusi, mentre gli altri indagati sarebbero i responsabili di violenze di gruppo e foto pedopornografiche.

Almeno sette le piccole vittime che ora potranno costituirsi parte civile tramite i genitori. All’epoca delle presunte violenze i bimbi avevano tra i quattro e i cinque anni.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Spaccio di droga, nei guai un 19enne e un insospettabile imprenditore

    • Cronaca

      Fonderie Pisano, Marcelli (Fiom): "Nessun disastro ambientale, sì riaprano in attesa della delocalizzazione"

    • Cronaca

      Un fungo fitopatogeno attacca i lecci a Salerno: inizia l'abbattimento degli alberi

    • Cronaca

      Tentano di rubare in un appartamento nel centro di Salerno: due arresti

    I più letti della settimana

    • Spaccio e rapine, sgominate 5 bande criminali: arrestati i "signori della droga"

    • Far west ad Eboli: spuntano mazze di ferro e coltelli davanti alle bancarelle

    • Via Posidonia, precipita dal 5° piano: 42enne morto sul colpo

    • Vietri sul Mare, scomparso nel nulla il violinista Mimmo Giordano

    • Colpito dalla scarica elettrica di un impianto Enel: giovane muore sulla Lungoirno

    • Salerno piange il 20enne morto folgorato, messaggi di cordoglio per Albert

    Torna su
    SalernoToday è in caricamento