Abuso d'ufficio, il Gip di Vercelli conferma: "Malfi resta sospeso"

Il giudice per le indagini preliminari respinge la richiesta di revoca della misura interdittiva presentata dall'avvocato difensore del Prefetto di Salerno

Il Prefetto Malfi

Il prefetto di Salerno Salvatore Malfi resta sospeso dall’incarico. Il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Vercelli, infatti, ha respinto la richiesta di revoca della misura interdittiva che il suo avvocato difensore aveva presentato al termine dell’interrogatorio di garanzia svoltosi circa una settimana fa. Ora, dunque, non resta che attendere la decisione del Tribunale del Riesame per far valere le motivazioni della difesa.

L’inchiesta

Malfi, che è stato sospeso per tre mesi, è accusato del reato di abuso d’ufficio nei confronti dei suoi collaboratori. Gli episodi risalgono a quando il prefetto era al vertice della Prefettura di Vercelli. Secondo gli inquirenti, Malfi “era solito rivolgersi ai dipendenti con espressioni ingiuriose, a sfondo sessista, umilianti e denigratorie, utilizzando toni e atteggiamenti discriminatori e minacciandoli finanche di morte”. Intanto la procura piemontese ha depositato l’appello avverso alla decisione del gip per tutte quelle ipotesi di reato a carico anche di altri indagati che non sono state accolte in quanto non ritenute (dal giudice delle indagini preliminari) sussistenti o non suffragate da forti elementi probatori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I clan attivi in provincia di Salerno: nuova relazione dell'Antimafia

  • Blitz a Casa Campitelli di Pagani, scoperta "azienda" della droga: 13 arresti

  • Dramma a Cava, giovane precipita dal balcone e muore

  • Arancini, crocche e specialità siciliane: inaugurata "Mizzica" a Salerno

  • Chiudono le edicole, parlano i giornalai: "Con 800 euro non si può vivere"

  • Paura a Battipaglia, rapinato un supermercato: donna ferita

Torna su
SalernoToday è in caricamento