Accademia Italiana Salerno rinnova la sua collaborazione con il conservatorio di musica di Avellino

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

L’Accademia italiana di Salerno continua ad ampliare la sua offerta formativa dell’italiano all’estero con la Musica, il Canto e l’Opera, grazie al rinnovato accordo con il Conservatorio di musica “Domenico Cimarosa” di Avellino per il prossimo biennio 2018-2019. Un accordo che sancisce una stretta collaborazione tra l’Accademia Italiana Salerno e il Conservatorio di musica “Domencio Cimarosa”, firmato dalla fondatrice e direttrice dell’Accademia Italiana la Dott.ssa Francesca Romana Memoli e il vice direttore del Conservatorio, il Maestro Antonio Di Palma, famoso pianista, ampiamente considerato l'erede di Aldo Ciccolini, uno dei maggiori pianisti italiani di tutti i tempi. L’accordo è finalizzato a favorire flussi in entrata di studenti internazionali sul territorio campano con programmi di lingua italiana e opera, canto e musica attraverso la creazione di un’offerta congiunta di lingua e musica. Il Conservatorio "Domenico Cimarosa" di Avellino, fondato nel 1971, è il più grande conservatorio di musica statale della Campania ed uno dei più importanti della scena nazionale sia per il numero di insegnanti (132 persone), sia per il numero di studenti iscritti, circa 1100, provenienti da tutto il mondo. Grazie alle tante attività e ad un’importante rete di scambi e relazioni internazionali, il Conservatorio “Cimarosa” è diventato uno dei più avanzati istituti di formazione per le arti musicali in Italia. “Con il Conservatorio Cimarosa da tempo lavoriamo alla creazione di offerte formative sempre più ad hoc per gli studenti stranieri – ha dichiarato Francesca Romana Memoli – in particolare statunitensi ed asiatici, programmi che li attraggano sul nostro territorio. Grazie a questo accordo possiamo ampliare i nostri programmi di lingua e cultura e portare in Campania un numero sempre maggiore di studenti stranieri che potranno approfondire la loro conoscenza musicale ad esempio dei libretti delle opere italiane più significative o scegliere delle lezioni di canto moderno o lirico-operistico. I corsi di musica strumentale sono rivolti, invece, a coloro che vogliono perfezionare lo studio di uno strumento musicale a loro scelta. Noi ci siamo e faremo la nostra parte in questo sistema di squadra. Vorrei ringraziare il Maestro Carmelo Columbro per la rinnovata fiducia in me e nella scuola che dirigo da più di 20 anni, il vice-direttore Antonio Di Palma per la sua incondizionata stima ed il Maestro Roberto Maggio per il supporto cruciale in tutti i progetti congiunti di Accademia Italiana.” Questi nuovi programmi prepareranno gli studenti ad una dinamica carriera musicale. I corsi sono progettati per essere stimolanti, con opportunità per gli studenti di sviluppare le loro capacità creative, comunicative e musicali, aumentando necessariamente nel contempo la loro padronanza della lingua italiana. Uno sforzo in più per creare sinergie in un territorio ricco di eccellenze culturali, che non sempre riesce a fare sistema tra gli attori stessi.

Torna su
SalernoToday è in caricamento