Choc a Ceraso, aggredisce la compagna e prova a lanciare la figlia dal terzo piano: arrestato 35enne

Tragedia sfiorata, questa mattina, in una palazzina del piccolo comune cilentano. In manette è finito un uomo del Darfour, richiedente asilo politico, che ora è stato rinchiuso nel carcere di Vallo della Lucania

Tragedia sfiorata, questa mattina, a Ceraso, dove un 35enne originario del Darfour, S.A, residente nel piccolo comune del Cilento, richiedente asilo politico, è stato arrestato con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate.

Il fatto

L’uomo, in preda all’ira, è stato sorpreso dai carabinieri mentre aggrediva la sua compagna - provocandole anche delle ferite guaribili in 30 giorni - e cercava di lanciare la figlia di appena 4 mesi dal terzo piano della sua abitazione. Soltanto il tempestivo intervento dei militari dell’Arma, che sono riusciti ad entrare in casa grazie alla collaborazione dei vigili del fuoco,  ha evitato che la situazione degenerasse.

Lo straniero, dopo le formalità di rito, è  stato rinchiuso nella Casa Circondariale di Vallo della Lucania a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con l'auto contro un albero: morta la 24enne di Auletta

  • Festa dell'Immacolata: non c'è il pienone in Campania, l'allarme dell'Abbac

  • La banda dell'Audi: è caccia ai ladri che svaligiano case di Salerno e provincia

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • Luci d'Artista 2019/2020: un giro d'affari di quindici milioni di euro

  • Choc in via San Leonardo, a Salerno: donna trovata morta con la gola tagliata

Torna su
SalernoToday è in caricamento