Violazioni ambientali: carabinieri Noe sequestrano impianto a Pagani

E' stato nominato un amministratore giudiziario per tutelare i lavoratori. L'impianto nel quale sono state rilevate violazioni in materia ambientale si occupava di stoccaggio e recupero di rifiuti speciali non pericolosi e produzione di cassette in Hdpe

Un impianto industriale a Pagani scaricava acque reflue industriali nel Canale Fosso Imperatore, in assenza di autorizzazione, ed effettuava gestione di rifiuti in carta e plastica non conformi alla legge. Per questi motivi, i carabinieri del Noe di Salerno sono intervenuti e hanno sequestrato l'impianto.

Le conseguenze

E' stato nominato un amministratore giudiziario per tutelare i lavoratori. L'impianto nel quale sono state rilevate violazioni in materia ambientale si occupava -  scrive il quotidiano Il Mattino - di stoccaggio e recupero di rifiuti speciali non pericolosi e produzione di cassette in Hdpe.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con l'auto in litoranea a Pontecagnano: muore 47enne

  • Dramma allo stadio Arechi, durante la partita: tifoso cade nel fossato

  • "Ecco perchè picchiavo mia moglie": il racconto-choc di un salernitano alla Rai

  • Furibonda lite in strada tra avvocatesse, a Pagani: la denuncia

  • Nuova allerta meteo in Campania: ecco le previsioni

  • Scossa di terremoto 2.7 a Romagnano al Monte: nessun danno

Torna su
SalernoToday è in caricamento