Carte false per ottenere un mutuo, in due finiscono a processo ad Angri

Le accuse mosse dalla procura sono falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale e da privato e falsa attestazione o dichiarazione a un pubblico ufficiale sulla identità o su qualità personali proprie o di altri

Avrebbero fatto e prodotto carte false per ottenere un mutuo, alterando dati personali e bancari, inducendo in errore lo stesso istituto di credito. Queste le accuse per due persone, contraenti di un medesimo affare immobiliare: il primo impegnato a vendere l'appartamento ubicato ad Angri, l'altro ad acquistarlo. Sono finiti a giudizio e accusati in concorso di una serie di reati finalizzati ad ottenere un prestito, grazie alla documentazione che attestava il falso.

Le accuse

Le accuse mosse dalla procura di Nocera Inferiore sono falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale, falsità materiale commessa dal privato e falsa attestazione o dichiarazione a un pubblico ufficiale sulla identità o su qualità personali proprie o di altri. Stando a quanto emerso dalle indagini, i due avrebbero formato falsamente una certificazione unica dei redditi, per l'anno 2012, con una data falsa di nascita e indicazione di reddito maggiorata, con contestuali falsi certificati di famiglia e residenza s torica, con numeri e giorni anch'essi falsi. 

Poi, avrebbero falsificato la tessera sanitaria, il decreto di omologa del tribunale con data di nascita e l'estratto conto previdenziale dell'Inps, che attestava redditi superiori a quelli reali. I due avrebbero fornito al notaio rogante false generalità, in sede di stipula dell'atto pubblico del contratto. Il mutuo ipotecario scaturiva con la presentazione dell'intero computo di documenti fasulli, messi insieme per ottenere i soldi dalla banca. Fu poi una filiale a Scafati a rilasciare il mutuo, con il finanziamento. Il processo per entrambi sarà celebrato dinanzi al giudice monocratico di Nocera Inferiore. 

Potrebbe interessarti

  • Salerno: 5 locali perfetti per trascorrere una serata in riva al mare

  • "Aiuto, la strada è infestata dai serpenti": allarme dei residenti a Calata San Vito

  • Invasione di insetti rossi a Salerno: la gente scappa dal lungomare

  • Il mare più bello d'Italia è quello di Pollica e del Cilento Antico: parola di Legambiente e Touring Club

I più letti della settimana

  • "Do 1000 euro a chi restituisce il cellulare alla mamma di Alessandro": l'appello di un nostro lettore

  • Dramma a Nocera, precipita dal tetto di una scuola: muore operatore

  • Salerno: 5 locali perfetti per trascorrere una serata in riva al mare

  • "Aiuto, la strada è infestata dai serpenti": allarme dei residenti a Calata San Vito

  • Festeggiano il matrimonio in un ristorante ma non pagano il conto: neo sposini nei guai

  • Salerno, i Nas chiudono laboratorio di analisi: sequestri anche in provincia

Torna su
SalernoToday è in caricamento