Carte false per ottenere un mutuo, in due finiscono a processo ad Angri

Le accuse mosse dalla procura sono falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale e da privato e falsa attestazione o dichiarazione a un pubblico ufficiale sulla identità o su qualità personali proprie o di altri

Avrebbero fatto e prodotto carte false per ottenere un mutuo, alterando dati personali e bancari, inducendo in errore lo stesso istituto di credito. Queste le accuse per due persone, contraenti di un medesimo affare immobiliare: il primo impegnato a vendere l'appartamento ubicato ad Angri, l'altro ad acquistarlo. Sono finiti a giudizio e accusati in concorso di una serie di reati finalizzati ad ottenere un prestito, grazie alla documentazione che attestava il falso.

Le accuse

Le accuse mosse dalla procura di Nocera Inferiore sono falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale, falsità materiale commessa dal privato e falsa attestazione o dichiarazione a un pubblico ufficiale sulla identità o su qualità personali proprie o di altri. Stando a quanto emerso dalle indagini, i due avrebbero formato falsamente una certificazione unica dei redditi, per l'anno 2012, con una data falsa di nascita e indicazione di reddito maggiorata, con contestuali falsi certificati di famiglia e residenza s torica, con numeri e giorni anch'essi falsi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poi, avrebbero falsificato la tessera sanitaria, il decreto di omologa del tribunale con data di nascita e l'estratto conto previdenziale dell'Inps, che attestava redditi superiori a quelli reali. I due avrebbero fornito al notaio rogante false generalità, in sede di stipula dell'atto pubblico del contratto. Il mutuo ipotecario scaturiva con la presentazione dell'intero computo di documenti fasulli, messi insieme per ottenere i soldi dalla banca. Fu poi una filiale a Scafati a rilasciare il mutuo, con il finanziamento. Il processo per entrambi sarà celebrato dinanzi al giudice monocratico di Nocera Inferiore. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, ad Avellino spunta anche il virus di "Festa": il sindaco tra gli assembramenti incita la movida contro Salerno

  • Covid-19, altri 4 casi positivi in Campania: due sono a Cava de' Tirreni

  • Assembramenti e cori contro Salerno, Selvaggia Lucarelli: "Ad Avellino i lanciafiamme di De Luca"

  • Va in Brasile per far visita alla figlia e non riesce più a tornare: l'appello di un salernitano alle istituzioni

  • De Luca ospite di Gramellini su Rai 3: dalla Campania sicura, ai "raddrizzatori di banane"

  • Incidente a Pontecagnano, morte cerebrale per il 37enne

Torna su
SalernoToday è in caricamento