Inaugurato l'anno scolastico: a Torrione il taglio del nastro

Inno di Mameli, alzabandiera, preghiera del marinaio: la prima "campanella" del 2017 ha avuto un significato particolare per l'Istituto di Istruzione Superiore Statale Giovanni XXIII

Una fase della cerimonia d'inaugurazione

Inno di Mameli, alzabandiera, preghiera del marinaio: la prima "campanella" del 2017 ha avuto un significato particolare per l'Istituto di Istruzione Superiore Statale Giovanni XXIII, scelto dall'amministrazione comunale come luogo simbolo per l'inaugurazione dell'anno scolastico. A Torrione, nella sede di via Moscati, c'erano l'assessore regionale alla scuola Lucia Fortini, il sindaco di Salerno Enzo Napoli, il vice sindaco Eva Avossa, rappresentanti provinciali e della Capitaneria di Porto. La cerimonia si è conclusa con un altro momento significativo: all'ingresso della scuola è stato scoperto un pannello realizzato da un artista salernitano, restaurato con l'aiuto degli studenti.

I numeri e le riforme

"Abbiamo scritto una lettera ai nostri 900mila studenti campani - ha detto l'assessore regionale Fortini - i ragazzi devono entrare a scuola sereni, motivati, senza timori. No al bullismo, sì all'integrazione e alla educazione. La Regione attraverso Scuola Viva lavora al servizio delle famiglie e del potenziamento delle competenze: 500 scuole in Campania sono aperte di pomeriggio. Non è solo un intervento di istruzione ma anche di politica sociale. Pure in merito alle vaccinazioni siamo stati tempestivi: a fine ottobre, d'intesa con l'Ufficio Scolastico Regionale, c'è stata la comunicazione e le famiglie si sono allineate. Molte si sono anche allarmate, perché in un primo momento non hanno capito che sarebbe stato necessario produrre in prima istanza solo l'autocerificazione. C'è stato l'assalto alle Asl che, in ogni caso, hanno retto".

Gli auspici del sindaco Napoli

"Inizia il nuovo anno scolastico e come ogni inizio presenta speranze, sogni, entusiasmi di avventure culturali e umane - ha detto il primo cittadino Enzo Napoli - La scuola permane ancora oggi il più sicuro strumento in grado di rendere libere e consapevoli le umane coscienze. Solo il lavoro collettivo di tutti porterà i suoi frutti. I nostri ragazzi avranno al loro fianco dirigenti preparati e insegnanti motivati. L’entusiasmo dei docenti, l’abnegazione dei loro dirigenti renderà l’istituzione scuola attivamente formativa e responsabilmente competitiva in un’ottica di una sempre maggiore globalizzazione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le priorità

"E' il primo giorno per tantissimi alunni - ha detto il vice sindaco Avossa con delega alla scuola - alcuni hanno già anticipato l'ingresso in classe perché diversi Istituti hanno fatto leva sull'autonomia scolastica. Auguri di buon anno a tutti. Abbiamo assicurato la continuità dei servizi comunali, dov'era necessario. Ora la priorità è l'assistenza educativa per bambini con determinate problematiche, in particolare per quelli affetti da autismo".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torna lo spettro del Covid-19 a Salerno città, la denuncia del Comitato San Francesco e l'appello di Polichetti

  • Sorpresa in Costiera, "Fratacchione" Fazio in vacanza ad Amalfi

  • Coronavirus, 27 nuovi contagi in Campania: il bollettino

  • Covid-19: 5 nuovi contagi in Campania, i dati del bollettino

  • "Non mi dai da bere? Ti accoltello": un arresto a Torrione, beccato anche uno spacciatore

  • Covid-19: positiva una dipendente bancaria a Salerno

Torna su
SalernoToday è in caricamento