"Bad house": l'orrore nelle intercettazioni ambientali

Nella casa degli orrori gli anziani ospiti venivani maltrattati con schiaffi, calci, pugni e venivano minacciati con urla, espressioni volgari e con bestemmie

Era un vero incubo quello che vivevano gli anziani ospitati dalla casa di riposo Hotel Stella di Acerno della società Villa Igea. Gli ospiti della struttura non avevano alcun diritto ed erano malmenati continuamente con schiaffi, calci, strattoni, urla e bestemmie. Diverse intercettazioni ambientali, nell'ambito dell'inchiesta Bad House, hanno mostrato il clima di terrore che si respirava nella struttura. A richieste banali come: "Posso andare in bagno" agli ospiti veniva risposto: "Solo quando stai per morire".

Ma oltre alle botte ed alle minacce gli anziani soffrivano anche a causa delle poche reazioni di cibo che gli venivano fatte mangiare ed ad un'assistenza, anche sanitaria, ridotta all'osso. Sempre nelle intercettazioni ambientali uno degli ospiti lamentava con il direttore di avere la gola secca e di non riuscire ad andare di corpo ma, dopo la risposta del direttore: "Aspetti finchè vengono i tuoi parenti tra 3 o 4 mesi" l'anziano ha rinunciato a far valere i suoi più elementari diritti. A finire nei guai per la vicenda sono state ben 18 persone, tra i quali gli operatori ed il direttore della struttura R.D.L.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con l'auto in litoranea a Pontecagnano: muore 47enne

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Nuova allerta meteo in Campania: ecco le previsioni

  • Festa dell'Immacolata: non c'è il pienone in Campania, l'allarme dell'Abbac

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • “Si è spento serenamente”, ma l'uomo è vivo: Sarno tappezzata di "falsi" manifesti

Torna su
SalernoToday è in caricamento