Corruzione in Campania, appalti pubblici irregolari: nei guai anche 3 salernitani

La Direzione Distrettuale Antimafia partenopea, dalle prime ore della mattinata, ha eseguito 69 ordinanze di custodia cautelare (36 in carcere, 30 ai domiciliari e tre con altre misure restrittive)

E' scattata questa mattina una vasta operazione del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Napoli che, sotto il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia partenopea,ha eseguito 69 ordinanze di custodia cautelare (36 in carcere, 30 ai domiciliari e tre con altre misure restrittive) emesse nei confronti di amministratori locali, funzionari pubblici, imprenditori, professori universitari, politici, commercialisti, ingegneri e “faccendieri”. Sono accusati, a vario titolo, di corruzione ed altre gravi irregolarità nelle gare di appalto pubblico realizzate in varie province campane, talvolta anche al fine di agevolare organizzazioni criminali di stampo camorristico. L'indagine è nata da un'inchiesta sul clan Zagaria, fazione dei Casalesi. Nei guai, anche tre salernitani: si tratta di Domenicantonio Ranauro di Cannalonga, finito in carcere, e di Antonio Mariniello di San Valentino Torio e Luigi Conte di Salerno, entrambi ai domiciliari.

Guarda>>>IL VIDEO DEGLI ARRESTI

SISTEMA - Un gruppo di colletti bianchi è accusato di aver inciso "in modo determinante" sull'aggiudicazione di gare d'appalto a favore di imprese predesignate riconducibili a personaggi legati ai Casalesi. Diciotto gli appalti al centro dell'inchiesta, tra cui lavori alla Mostra d'Oltremare di Napoli e in vari Comuni, opere per una scuola, per l'Azienda regionale diritto allo studio, per un impianto di cremazione al cimitero di Pompei e per il nuovo museo archeologico di Alife.

Tra i politici raggiunti dalla misura cautelare il consigliere regionale Pasquale Sommese (Ncd), ex assessore al Turismo della Regione Campania (che ha accusato un malore al momento della notifica).  Agli arresti anche il sindaco di Aversa, Enrico De Cristofaro, i sindaci di Riardo, l'ex sindaco di Pompei D'Alessio (ai domiciliari). L'indagine ruota attorno all'ingegnere Guglielmo La Regina e per tale ragione l'inchiesta prende il nome di "The Queen".

Leggi>>>L'ELENCO COMPLETO DEGLI APPALTI INCRIMINATI

 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma tra le due Nocera, giovane geometra si toglie la vita

  • Eboli, sequestrata una macelleria: il proprietario tenta di aggredire i carabinieri

  • Ultras Salernitana a lutto: è morto Antonio Liguori

  • Roccadaspide, raccoglie castagne cadute sulla strada: minacciato con un'ascia per il "furto"

  • Settecentomila lettere in partenza dall'Agenzia delle Entrate

  • Allaccio abusivo all'energia elettrica: torna libero il titolare del "Giardino degli Dei"

Torna su
SalernoToday è in caricamento