Assemblea sindacale dei lavoratori della Salerno Pulita S.p.A.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Si è tenuta oggi un'Assemblea Sindacale che ha coinvolto i lavoratori dei diversi settori della Salerno Pulita SpA, società in house del Comune di Salerno. L’assemblea è stata convocata per fare il punto della situazione dopo il cambio al vertice avvenuto da pochi giorni e preoccupati per le numerose problematiche in essere che la nuova Governance dovrà risolvere. I lavoratori, preoccupati per le notizie circolate in questi giorni circa il futuro della società, hanno chiesto alla nostra Organizzazione, da sempre in prima linea, di ascoltare le loro istanze al fine di porle all'attenzione del nuovo Amministratore Unico. Restano sul tappeto problematiche serie che vanno affrontate e risolte celermente, con la necessità di fornire in tempi brevi importanti segnali di cambiamento che siano in discontinuità con il recente passato. Il cambio di Amministratore non può essere l’unica risposta alle tante questioni ancora irrisolte e segnalate già da tempo dalla FP CGIL Salerno. I lavoratori sono stanchi di sentirsi addossare tutte le responsabilità, diventando bersaglio dei cittadini e alle prese con una vera e propria campagna denigratoria nei loro confronti. La FP CGIL Salerno è consapevole che non è più rinviabile un confronto con il nuovo Amministratore Unico e con l'Amministrazione Comunale. Va ridata dignità ai lavoratori e forza alla contrattazione con le parti sociali. La Salerno Pulita e i suoi lavoratori non devono essere fatti percepire come un costo per la cittadinanza ma come un investimento per la città intera, bisognosa di un servizio di igiene urbana all'altezza di un Comune capoluogo ormai in piena espansione turistica. La FP CGIL Salerno chiede non più titoli ma atti concreti, con un programma di medio periodo che dia gambe al progetto di Salerno Pulita quale gestore unico del SAD Salerno. La possibilità, poi, di una graduale dismissione delle attività legate al settore delle pulizie, con il concreto caso degli Uffici Giudiziari, con circa 50 (cinquanta) unità lavorative impegnate, preoccupa non poco i lavoratori e questa Organizzazione. Va data subito una risposta chiara, che fornisca garanzie sui livelli occupazionali. Abbiamo tutto l’interesse, fin da adesso, a valutare insieme all’Amministrazione Comunale la possibilità di nuovi affidamenti affinché non si perda nessun posto di lavoro. Resta, inoltre, ancora irrisolto il completamento del passaggio da part time a full time per i lavoratori ex interinali ed ex cooperative; è necessario guardare alla gestione delle zone e delle relative maestranze assegnate affinché ci sia un'equa distribuzione dei carichi di lavoro; necessita di un serio ed attento utilizzo dell'istituto del lavoro straordinario, evitando storture evidenti già all’atto dell’assegnazione; va riorganizzata, ai vari livelli, la filiera gestionale con la rotazione degli incarichi dopo anni di ingessatura nell'organizzazione interna; vanno utilizzate nuove e moderne tecnologie per la tracciabilità del conferimento dei rifiuti da parte dei cittadini, per migliorare il servizio di raccolta, sanzionare più facilmente i trasgressori ed aumentare la percentuale di differenziata. L’Impianto di Compostaggio, infine, ha un ruolo fondamentale nella gestione del ciclo dei rifiuti e per questo va alzata l’attenzione sulla struttura, sulla sua corretta funzionalità e sui temi della sicurezza interna a garanzia delle maestranze impegnate. Al termine dell’Assemblea, la Segreteria Provinciale della FP CGIL Salerno, insieme alla RSU CGIL Aziendale, hanno inviato una richiesta di incontro al neo Amministratore Unico, Nicola SARDONE, e all’Amministrazione Comunale, confidando nell’apertura di una nuova stagione all’insegna del confronto e del cambiamento. Salerno, 12 ottobre 2019 Il Responsabile Provinciale Il Segretario Generale Erasmo VENOSI Antonio CAPEZZUTO Firma autografa sostituita a mezzo stampa ai sensi dell’art. 3, comma 2, del D. Lgs. n. 39/1993

Torna su
SalernoToday è in caricamento