Assentesimo al Ruggi: il Pm chiede altri 69 rinvii a giudizio

Le accuse sono diverse e vanno dalla truffa ai danni dello Stato alla violazione della legge Brunetta sul pubblico impiego. Secondo gli inquirenti, infatti, alcuni dipendenti timbravano al posto di altri per farli risultare presenti

Sono 69 i dipendenti del San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona per i quali il Pm Francesco Rotondo ha firmato la richiesta di rinvio a giudizio nell'ambito dell'inchiesta sull'assenteismo al nosocomio salernitano. Tra questi, come svelato dal quotidiano La Città, ci sarebbero anche alcuni medici. Il Gup deciderà il 22 febbraio se rinviare o meno a giudizio di questi altri dipendenti. A fine gennaio, infatti, il Gup Indennimeo dovrà già decidere su altre 49 richieste formulate a carico di inferieri e personale tecnico.

Le accuse sono diverse e vanno dalla truffa ai danni dello Stato alla violazione della legge Brunetta sul pubblico impiego. Secondo gli inquirenti, infatti, alcuni dipendenti timbravano al posto di altri per farli risultare presenti. La tesi difensiva per alcuni dipendenti sta nella difficoltànel trovare parcheggio o nella necessità di prendere servizio senza passare presso il marcatempo. Più difficile, invece, la posizione di altri che sono stati filmati dai militari della Guardia di Finanza lontani dal luogo di lavoro durante gli orari in cui risultavano presenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia all'Università di Fisciano: giovane precipita dal parcheggio multipiano e muore

  • Blitz a Casa Campitelli di Pagani, scoperta "azienda" della droga: 13 arresti

  • Suicidio all'Unisa, il cordoglio di Loia: in arrivo tre psicologi per gli studenti

  • Gelo a Ricigliano, il parroco ai fedeli: "Celebro la messa a casa vostra"

  • Contursi Terme piange Mumù, il sindaco dei cani

Torna su
SalernoToday è in caricamento