menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Attentati a Bruxelles, l'europarlamentare salernitana Adinolfi: "Stiamo bene"

Adinolfi (M5S): "Inutile dire che siamo spaventati e preoccupati ma ci facciamo forza. Grazie per le tante manifestazioni di affetto. Noi stiamo tutti bene anche se comprensibilmente scossi"

Bruxelles - foto Twitter

"A Bruxelles si ripiomba nel terrore come alcuni mesi fa. Stamane all'aeroporto di Zaventem sono esplose due bombe e dopo circa un’ora è accaduto lo stesso nella metropolitana di Maelbeek, cioè quella che porta alla Commissione e al Parlamento Europeo. Fortunatamente stiamo tutti bene, nessuno di noi era in aeroporto o in metro al momento delle esplosioni, inutile dire che siamo spaventati e preoccupati ma ci facciamo forza. Grazie per le tante manifestazioni di affetto. Noi stiamo tutti bene anche se comprensibilmente scossi". Lo ha scritto sulla sua pagina Facebook l'europarlamentare salernitana del M5S Isabella Adinolfi, dopo la strage di questa mattina a Bruxelles.

 

"Consigliamo di rimanere presso le proprie abitazioni o hotel e di evitare assolutamente i mezzi pubblici. Il numero di crisi belga è 1771", ha poi scritto Adinolfi. Il cuore dell'Europa, intanto, è sotto assedio: a quattro giorni dall'arresto di Salah Abdeslam, il principale ricercato per gli attentati di Parigi del 13 novembre scorso, Bruxelles ripiomba nell'incubo terrorismo. Prima due esplosioni all'aeroporto Zaventem, poi un'altra deflagrazione in centro, alla fermata metro Maelbeek, vicino alle istituzioni europee, hanno causato morti e feriti. La città è paralizzata, in strada c'è l'esercito. L'Isis avrebbe rivendicato gli attentati, secondo quanto riferisce l'Agenzia Amaq, legata al Califfato. Le vittime degli attacchi sono più di trenta, centinaia i feriti (anche italiani). Due bombe - forse una cintura o un giubbotto esplosivo - sono scoppiate intorno alle 8 nello scalo internazionale Zaventem, nella hall delle partenze, accanto al banco della American Airlines. Prima delle esplosioni si sarebbero sentite urla in arabo e spari. A quell'ora l'area era molto affollata, sono morte almeno 14 persone. E mentre le prime immagini hanno mostrato la sala completamente devastata, la polizia ha evacuato lo scalo ed interrotto i collegamenti ferroviari.

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      Scatta l'allarme evacuazione: paura al centro commerciale "Le Bolle"

    • Cronaca

      Vip in Costiera, Moggi e Fico "paparazzati" a largo di Cetara

    • blog

      Suicidio sul Carmine, commerciante si lancia dal balcone

    • Cronaca

      Salerno: per Virgilio il nostro lungomare è tra i più belli d'Italia

    Torna su