Choc ad Auletta, partorisce nel bagno e nasconde il feto in un secchio

L'episodio si è verificato, questa mattina, in un centro di accoglienza situato in località Lontrano. Sul posto sono giunti i carabinieri e i sanitari del 118. Denunciata una ragazza nigeriana

Choc, questa mattina, in un centro di accoglienza per migranti di Auletta, dove una ragazza nigeriana di 25 anni ha partorito nel bagno un feto senza vita. Ad accorgersi dell’accaduto sono state altre ospiti della struttura situata in località Lontrano, le quali si sono insospettite per la presenza di macchie di sangue.

Le indagini

Sul posto sono giunti i sanitari del 118 che hanno prontamente soccorso la giovane che si è sentita male dopo il parto. Quest’ultima, inoltre, ha tentato di nascondere il feto in un secchio di plastica occultato da coperte e asciugamani. Di qui la denuncia dei carabinieri per infanticidio e occultamento di cadavere. Sul feto verrà effettuata l’autopsia per chiarire se il bebè, che era di 25 settimane, era vivo al momento della nascita.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia all'Università di Fisciano: giovane precipita dal parcheggio multipiano e muore

  • Grave incidente in autostrada, all'altezza della barriera di San Severino

  • Suicidio all'Unisa, il cordoglio di Loia: in arrivo tre psicologi per gli studenti

  • Tutti in fila per Van Gogh: ingresso gratuito alla mostra immersiva

  • Ex coppia di Pontecagnano a "C'è Posta per te": Federica dice no a Salvatore

Torna su
SalernoToday è in caricamento