Choc ad Auletta, partorisce nel bagno e nasconde il feto in un secchio

L'episodio si è verificato, questa mattina, in un centro di accoglienza situato in località Lontrano. Sul posto sono giunti i carabinieri e i sanitari del 118. Denunciata una ragazza nigeriana

Choc, questa mattina, in un centro di accoglienza per migranti di Auletta, dove una ragazza nigeriana di 25 anni ha partorito nel bagno un feto senza vita. Ad accorgersi dell’accaduto sono state altre ospiti della struttura situata in località Lontrano, le quali si sono insospettite per la presenza di macchie di sangue.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le indagini

Sul posto sono giunti i sanitari del 118 che hanno prontamente soccorso la giovane che si è sentita male dopo il parto. Quest’ultima, inoltre, ha tentato di nascondere il feto in un secchio di plastica occultato da coperte e asciugamani. Di qui la denuncia dei carabinieri per infanticidio e occultamento di cadavere. Sul feto verrà effettuata l’autopsia per chiarire se il bebè, che era di 25 settimane, era vivo al momento della nascita.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus a Cava de' Tirreni, morto luogotenente dei carabinieri

  • Covid-19: situazione drammatica al Ruggi, anziana in gravissime condizioni

  • Coronavirus in Campania, i casi positivi salgono a 2231: i dati

  • Dramma a Calvanico: giovane trovato senza vita, si ipotizza il suicidio

  • Covid-19: altri 3 contagi a San Mango, nuovi casi a San Severino, Sarno, Vibonati e Nocera

  • Covid-19: in Campania 2.677 contagi, 8 nuovi positivi a Salerno città

Torna su
SalernoToday è in caricamento