Auletta, sindaco assolto dall'accusa di abuso di ufficio: il fatto non sussiste

Il decreto di nomina fu ritenuto illegittimo dall’allora segretario comunale: da qui la denuncia alla Procura della Repubblica e alla Corte dei Conti

Assolto con formula piena dal Tribunale di Lagonegro, il sindaco di Auletta, Pietro Pessolano. La vicenda riisale al 2013: il primo cittadino era accusato di abuso d’ufficio per aver conferito un incarico ad un dipendente comunale come responsabile dell’Area Amministrativa, dopo che il dipendente precedente era andato in pensione.

La decisione

Il decreto di nomina fu ritenuto illegittimo dall’allora segretario comunale: da qui la denuncia alla Procura della Repubblica e alla Corte dei Conti. Dopo quattro anni, la chiusura del caso perché il fatto non sussiste. Archiviata, infine, la pratica della Corte dei Conti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: nuove indicazioni ministeriali in Campania, parlano i sindaci salernitani

  • Lutto a Salerno, è morta Laura Quaranta: tutti stretti attorno alla famiglia del dottor Della Monica

  • Sospetto caso di Coronavirus a Cava: bimbo al Cotugno, primi test negativi

  • Malore per una ragazza asiatica a Salerno, tensione nei pressi del Vestuti

  • Allerta Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole: la mappa dei comuni

  • "Non comunicano i loro rientri dal Nord": la denuncia dei salernitani e l'appello di un cittadino "autoisolato"

Torna su
SalernoToday è in caricamento