Ruba un'auto con a bordo 40.000 euro di gioielli: arrestato ad Angri

Gli Agenti della Sottosezione Polizia Stradale di Angri, non appena individuata l’auto al km 15 dell’autostrada A3 Napoli Salerno, si sono messi al suo inseguimento

E' stato arrestato dalla Polizia Stradale di Angri, ieri mattina, dal personale della Polizia di Stato appartenente alla Sottosezione Polizia Stradale di Angri, un 55enne di Napoli: è accusato di furto aggravato di un’auto e di aver declinato false generalità a Pubblico Ufficiale. Alle 11 circa di ieri, infatti, il Centro Operativo della Polizia Stradale di Napoli ha avviato le ricerche di una vettura Renault Clio, dotata di antifurto satellitare, rubata poco prima a Napoli. Gli Agenti della Sottosezione Polizia Stradale di Angri, non appena individuata l’auto al km 15 dell’autostrada A3 Napoli Salerno, si sono messi al suo inseguimento. L’auto si stava dirigendo a folle velocità in direzione Torre del Greco. I poliziotti, con i dispositivi di emergenza azionati e dopo aver inoltrato vane richieste di alt, hanno continuato a tallonare il
veicolo che non arrestava la sua corsa. Alla rotonda dello svincolo di Torre del Greco, il veicolo è stato bloccato dagli Agenti. Alla guida
vi era un uomo italiano che ha declinato delle generalità, poi risultate false, ed ha esibito la denuncia di smarrimento della propria carta d’identità sporta presso i carabinieri di una città della provincia di Napoli.

La scoperta

All’interno del veicolo è stata trovata una borsa con numerosi gioielli per un valore stimato di circa 40.000 euro ed un telefono cellulare.
I successivi accertamenti della Polizia Scientifica hanno consentito di accertare la reale identità dell’uomo, C.A 55enne originario di Napoli, già noto alle forze dell’ordine per numerosi precedenti penali, anche per furto d’auto. E' risultato anche sottoposto alla misura di sicurezza della casa di lavoro di Biella, alla quale non aveva fatto più rientro dal 31 agosto dopo una licenza di due giorni.

L'arresto

I poliziotti hanno poi ricostruito la dinamica dell’accaduto. Dalla visione delle immagini dell’impianto di videosorveglianza della stazione delle ferrovie dello stato di Napoli Centrale, è emerso che C.A. si aggirava con fare sospetto intorno al veicolo poi sottratto, osservando i movimenti dei proprietari. Sfruttando un allontanamento di qualche metro dei proprietari, si è introdotto all’interno del veicolo, che aveva ancora le chiavi inserite, per poi allontanarsi celermente, facendo perdere le sue tracce. Considerato che i fatti integrano i reati di furto aggravato e false generalità a Pubblico Ufficiale, l’uomo è stato tratto in arresto. La misura è stata addottata per via della gravità del fatto, consistente nel furto perpetrato su pubblica via, oltre che dal valore economico dei gioielli contenuti nel veicolo, nonché dalla pericolosità del soggetto che, senza fissa dimora, per eludere la propria identificazione, ha anche fornito false generalità.


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma tra le due Nocera, giovane geometra si toglie la vita

  • Eboli, sequestrata una macelleria: il proprietario tenta di aggredire i carabinieri

  • Via Pietro del Pezzo: rissa in pizzeria, intervengono i carabinieri

  • Ultras Salernitana a lutto: è morto Antonio Liguori

  • Settecentomila lettere in partenza dall'Agenzia delle Entrate

  • Roccadaspide, raccoglie castagne cadute sulla strada: minacciato con un'ascia per il "furto"

Torna su
SalernoToday è in caricamento