Gara rifiuti, impresa colpita da interdittiva antimafia: stop dal Comune di Baronissi

Il sindaco Gianfranco Valiante: "L’amministrazione impronta la propria azione al rigore più assoluto e al rispetto delle norme. Chi si discosta da questo non può avere alcun rapporto con la città”

L’amministrazione comunale di Baronissi non ha proceduto all’affidamento dell’appalto per il servizio di spazzamento e raccolta differenziata. Al termine della gara espletata dalla Provincia di Salerno (Stazione Unica Appaltante), il Comune ha ricevuto un’informativa di interdittiva antimafia emessa dalla Prefettura di Caserta nei confronti dell’impresa di Pastorano (Ce), risultata prima in graduatoria. Gli uffici stanno adesso valutando ed esaminando la documentazione dell’impresa seconda in graduatoria. “Un’azienda colpita da interdittiva antimafia non lavorerà mai al Comune di Baronissi – assicura il sindaco Gianfranco Valiante – l’amministrazione impronta la propria azione al rigore più assoluto e al rispetto delle norme. Chi si discostappaa da questo non può avere alcun rapporto con la città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sta per aprire "Mizzica": degustazioni siciliane nel centro di Salerno

  • Suicidio a Campagna, 31enne si toglie la vita: comunità a lutto

  • "E' il tuo turno? Non mi interessa: ti ricevo dopo": sgarbo e razzismo all'Asl di San Severino

  • Chiudono le edicole, parlano i giornalai: "Con 800 euro non si può vivere"

  • Furti, danni ed aggressioni davanti ai bimbi, nel negozio salernitano: il grido di aiuto di Ismail

  • Blitz dei Nas in un deposito a Salerno: maxi sequestro di bottiglie d'acqua

Torna su
SalernoToday è in caricamento