Blitz dei carabinieri: sequestrate 9,6 tonnellate di caffè verde colombiano

In particolare, accertate irregolarità in materia sanitaria, quali manipolazione del prodotto non autorizzata ed assenza del manuale di autocontrollo HACCP

In azione, i carabinieri del Reparto Tutela Agroalimentare di Salerno, in collaborazione con personale dell’Asl di Castellammare di Stabia, presso un deposito di una ditta import-export operante nel commercio all’ingrosso di caffè.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le indagini

Sono state sequestrate, infatti, 9,6 tonnellate di caffè verde colombiano, per un valore complessivo di 22mila euro, in quanto sono risultate stoccate in una struttura priva di registrazione sanitaria. In particolare, accertate irregolarità in materia sanitaria, quali manipolazione del prodotto non autorizzata ed assenza del manuale di autocontrollo HACCP, con il conseguente divieto di commercializzazione del caffè. Il titolare è stato diffidato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore folgorata in casa, la difesa dell'elettricista: "Indagate tutti i familiari"

  • Caso sospetto di Covid-19 a Salerno, medico del 118 in isolamento

  • Mare con schiuma gialla e meduse morte tra Pontecagnano e Battipaglia

  • Incidente mortale nella notte, Cava: giovane centauro perde la vita

  • Covid-19, De Luca: "In Campania fatto miracolo". E annuncia: "Vaccino contro tumore"

  • Coronavirus, nuovi 10 contagi in Campania: il bollettino

Torna su
SalernoToday è in caricamento