Corruzioni e appalti truccati a Camerota: scarcerato l'ex sindaco Romano

L’ex primo cittadino, finito nell’inchiesta giudiziaria, ha risposto alle domande del gip Sergio Marotta che, dopo le valutazioni del caso, ha concesso gli arresti domiciliari

Antonio Romano

Antonio Romano è stato scarcerato al termine di un interrogatorio presso il carcere di Vallo della Lucania. L’ex primo cittadino di Camerota, finito nell’inchiesta per Corruzione ed appalti truccati, ha risposto alle domande  del gip Sergio Marotta che, dopo le valutazioni del caso, ha concesso gli arresti domiciliari. Ha scelto la via del silenzio, invece, l’ex amministratore Rosario Abbate che resta dietro le sbarre. Giovedì presso il Tribunale, alle 10, sarà la volta dell’ex sindaco Antonio Troccoli, il figlio Ciro ex assessore e l’ex vice sindaco Michele Del Duca, finiti ai domiciliari. 

L'inchiesta

Con l’indagine, denominata “kamaraton”, i militari hanno ricostruito numerosi episodi di corruzione, peculato, abuso d’ufficio, falso in atto pubblico, appalti truccati e distrazione di denaro da parte di ex sindaco, ex assessori ed ex consiglieri comunali di Camerota

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma tra le due Nocera, giovane geometra si toglie la vita

  • Eboli, sequestrata una macelleria: il proprietario tenta di aggredire i carabinieri

  • Via Pietro del Pezzo: rissa in pizzeria, intervengono i carabinieri

  • Ultras Salernitana a lutto: è morto Antonio Liguori

  • Settecentomila lettere in partenza dall'Agenzia delle Entrate

  • Delitto di Baronissi, l'imputato "cosciente ma con disturbi della personalità"

Torna su
SalernoToday è in caricamento