Vandali a Camerota, danneggiate le giostre per i portatori di handicap

L'ira del sindaco Scarpitta: "Questo è un atto vergognoso. Poi ci lamentiamo che le cose non funzionano e gli sforzi degli amministratori vengono vanificati dai vandali"

Una delle giostre

Atti vandalici a Licusati, frazione di Camerota. Il parco giochi è stato preso di mira da alcuni ragazzi che - come riferiscono testimoni oculari - di notte avrebbero smantellato le giostre: il dondolo per i portatori di handicap e le altalene erano state acquistate l’anno scorso dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Mario Salvatore Scarpitta.

La denuncia

Questa mattina, sul posto, è intervenuto l’assessore Giovanni Saturno che ha ordinato di vietare al pubblico l’utilizzo dei giochi perchè “danneggiati e pericolosi”. “Questo è un atto vergognoso - ha sottolineato il primo cittadino - poi ci lamentiamo che le cose non funzionano e gli sforzi degli amministratori vengono vanificati dai vandali. Purtroppo le risorse sono risicate e adesso bisognerà attendere affinché si creino i presupposti necessari per poter riparare le giostre o addirittura acquistarne delle nuove”. Gli fa eco Saturno: “Ogni giorno combattiamo a Licusati come nelle altre frazioni per sistemare i problemi, dal più piccolo al più grande per tenere il paese in ordine e per far sì che tutto funzioni al meglio, abbiamo bisogno dell’aiuto dei cittadini e non di questi gesti che non portano a nulla se non a privare dei servizi alla comunità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma al Ruggi, ragazza partorisce la figlia e poi muore di tumore

  • Costiera a lutto, è morto prematuramente il maresciallo Perrelli

  • Concorso per OSS a Salerno, annunciate anche oltre 500 assunzioni di medici e amministrativi

  • Colpito da un'ischemia, continua a guidare: salvato un uomo ad Antessano di Baronissi

  • San Valentino a Salerno: dal dolce al salato, il romanticismo "avvolge" la città

  • Centro commerciale La Fabbrica: lavoratori pronti allo sciopero

Torna su
SalernoToday è in caricamento