Depuratore "non a norma", sequestro a Camerota: indagato anche il sindaco

L'operazione è stata condotta dagli uomini della capitaneria di Palinuro, su richiesta del Tribunale di Vallo della Lucania. Due amministratori e due funzionari sono stati iscritti tra gli indagati: c'è anche il sindaco Scarpitta

Il depuratore di Licusati a Camerota è stato sequestrato perchè non sarebbe risultato essere a norma. L'operazione è stata condotta dagli uomini della capitaneria di Palinuro, su disposizione del Gip presso il Tribunale di Vallo della Lucania. Due amministratori e due funzionari sono stati iscritti nel registro degli indagati. Tra questi, c'è anche il sindaco Mario Salvatore Scarpitta, l’ex sindaco Antonio Romano, Antonietta Coraggio vice sindaco di Vallo della Lucania, il responsabile a Camerota dell’ufficio tecnico e quello dell’ufficio lavori pubblici e demanio. I reati - come riporta InfoCilento - fanno riferimento a rilievi afferenti presunti scarichi abusivi in acque superficiali e sversamenti in mare avvenuti con il depuratore non in funzione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'indagine

In data odierna ho ricevuto la notifica di un decreto di sequestro preventivo disposto dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Vallo della Lucania con riferimento all’impianto di depurazione della frazione Licusati. Il provvedimento è reso nell’ambito di un procedimento penale in cui, da quel che ho appreso, risulto indagato nella qualità di attuale Sindaco di Camerota in uno a chi mi ha preceduto e ai due responsabili che negli anni si sono alternati all’Ufficio Tecnico Comunale”, spiega il sindaco Scarpitta. “La tutela dell’ambiente, nonché la difesa dell’unico ed inimitabile patrimonio naturalistico di cui disponiamo è una delle missioni principali della squadra che mi onoro di rappresentare ed è per questo che in un periodo che è già di super-lavoro non ci risparmieremo neppure su questa vicenda per fare subito piena luce e provare l’estraneità a qualsivoglia condotta contestata”, conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 27 nuovi contagi in Campania: il bollettino

  • Muore folgorata in casa, la difesa dell'elettricista: "Indagate tutti i familiari"

  • Covid-19: 5 nuovi contagi in Campania, i dati del bollettino

  • Incidente mortale nella notte, Cava: giovane centauro perde la vita

  • "Non mi dai da bere? Ti accoltello": un arresto a Torrione, beccato anche uno spacciatore

  • Covid-19, De Luca: "In Campania fatto miracolo". E annuncia: "Vaccino contro tumore"

Torna su
SalernoToday è in caricamento