Campagna: ora don Franco Di Stasio celebra scortato dai carabinieri

Dopo la segnalazione del nostro lettore, circa la celebrazione della messa tenuta presso il bar poco distante dalla chiesa, un nuovo episodio sui generis segna la vita della comunità dei fedeli di Campagna

Chiesa

Non è finita, la querelle presso San Michele e San Giuseppe di Campagna. Dopo la segnalazione del nostro lettore, circa la celebrazione della messa tenuta presso il bar poco distante dalla chiesa, (in quanto quest'ultima era stata trovata chiusa dall'ex parroco don Franco Di Stasio, nonostante gli accordi presi con il nuovo parroco don Antonio Ragone), un nuovo episodio sui generis segna la vita della comunità dei fedeli di Campagna.

Lo stesso don Franco, visti gli ultimi episodi e gli scontri verbali tra i fedeli della chiesa, ha chiesto ai carabinieri di essere scortato durante la celebrazione eucaristica. Una situazione che ha suscitato nuove perplessità tra i presenti che hanno assistito alla messa insieme ai militari. Intanto, altre segnalazioni sono giunte alla nostra redazione per smentire quanto raccontato da Apicella: secondo alcuni parrocchiani, la chiesa sarebbe stata aperta anche quando don Franco ha celebrato nella sala giochi del bar.

Al di là di tutto, ad ogni modo, molti, i cristiani che, venuti a conoscenza della vicenda, si domandano da quale dei due schieramenti (nuova o vecchia comunità di fedeli) partirà il primo vero gesto di apertura per intraprendere, tutti insieme e abbandonando ogni divisione, un cammino di fede nel segno dell'unione fraterna e della Parola di Dio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con l'auto in litoranea a Pontecagnano: muore 47enne

  • Dramma allo stadio Arechi, durante la partita: tifoso cade nel fossato

  • "Ecco perchè picchiavo mia moglie": il racconto-choc di un salernitano alla Rai

  • Furibonda lite in strada tra avvocatesse, a Pagani: la denuncia

  • Nuova allerta meteo in Campania: ecco le previsioni

  • Scossa di terremoto 2.7 a Romagnano al Monte: nessun danno

Torna su
SalernoToday è in caricamento