Capaccio, bando per istruttore vigili annullato: "Requisiti sproporzionati"

Tra le ragioni adottate dal Tar, quella che un'amministrazione locale non può riservare il bando solo a coloro che sono residenti nel territorio

Il Tribunale amministrativo di Salerno ha annullato la selezione interna per la progressione verticale valida per individuare un istruttore direttivo di vigilanza presso il Comando di polizia municipale di Capaccio Paestum. Lo ha deciso la prima sezione del Tar, che ha accolto il ricorso di un agente del comune presentato contro l'ente e il vincitore dello stesso concorso. Secondo i giudici, sarebbero stati violati i principi di proporzionalità 

Il bando

Il concorso era stato disposto con una determina del 21 agosto 2018. Ad essere annullata anche una delibera, che prevedeva per la partecipazione
il requisito di anzianità di servizio pari a 48 mesi, quale dipendente del Comune di Capaccio Paestum. Il legale dell'agente aveva contestato tra i requisiti la conoscenza del territorio comunale, non ampiamente giustificata, insieme alla scarsa pubblicità fatta sul bando dal Comune. Per il tribunale amministrativo, tuttavia, un'amministrazione locale non può riservare il bando solo a coloro che sono residenti nel territorio. L'agente non aveva presentato domanda per l'assenza di quel requisito, che la escludeva "a priori", ora annullato perchè ritenuto illegittimo. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con l'auto in litoranea a Pontecagnano: muore 47enne

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Furibonda lite in strada tra avvocatesse, a Pagani: la denuncia

  • Nuova allerta meteo in Campania: ecco le previsioni

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • “Si è spento serenamente”, ma l'uomo è vivo: Sarno tappezzata di "falsi" manifesti

Torna su
SalernoToday è in caricamento