Giornata Europea delle Fondazioni: a Salerno il segretario di "Assifero"

In occasione della Giornata Europea delle Fondazioni e dei donatori, a far visita alla Fondazione della Comunità Salernitana, è stata Carola Carazzone, segretario generale di Assifero

Un momento della conferenza stampa

C'è chi dona ingenti somme e chi si priva del poco che possiede, fornendo, in ogni caso, un raro e valido esempio di generosità. Proprio come ha recentemente fatto la pensionata salernitana che ha versato 3 euro per sostenere uno dei tanti progetti promossi dalla Fondazione Comunità Salernitana. Quest'ultima è riuscita a raccogliere 3 milioni e 800 mila euro dal 2009 ad oggi, contando 815 donatori. Proprio grazie ai donatori, è stato possibile dar vita a virtuose iniziative, sostenendo Onlus e realtà sociali, attraverso bandi e supporti per idee in grado di rispondere alle esigenze del territorio salernitano. E questa mattina, in occasione della Giornata Europea delle Fondazioni e dei donatori, a far visita alla Fondazione della Comunità Salernitana, in via Romualdo II Guarna, è stata Carola Carazzone, segretario generale di Assifero.

Da tempo alle Fondazioni è riconosciuto il ruolo e la capacità di generare meccanismi efficaci per trasformare ricchezza privata in bene pubblico. Oggi più che mai la filantropia istituzionale e le fondazioni costituiscono una componente essenziale del tessuto della società civile. Una recente indagine condotta con 23 associazioni nazionali rivela che sono più di 141.000 le fondazioni private di filantropia in Europa, con una grande varietà di interessi ed erogazioni annuali stimate in oltre 55 miliardi di euro. Significativa, dunque, la presenza di Assifero sul territorio salernitano, soprattutto per sottolineare l'opera, preziosissima ma spesso nascosta, della Fondazione. "La cultura del dono e delle donazioni sta crescendo in maniera esponenziale: il tema della Giornata Europea non a caso è tenere conto e dare conto - ha spiegato la dottoressa Carazzone- e mira a puntare l'attenzione sulla coautorialità della comunità tutta ai progetti sostenuti dalle Fondazioni". A ricordare le innumerevoli iniziative promosse nel territorio salernitano, è la presidente della Fondazione Comunità Salernitana, Antonia Autuori: "La Fondazione offre supporto a realtà sociali attraverso bandi specifici come quello per i beni strumentali utili alle associazioni - ha detto la presidente - Tra i recenti progetti, quello che ha consentito l'acquisto di un bus per i migranti a Ogliastro Cilento, un altro che ha permesso ad alcuni bambini di raggiungere l'Expo e ancora il restauro delle statue che sfilano durante la processione di San Matteo, nonchè la possibilità di approfondire temi d'attualità sulla Finanza e l'Economia tra gli studenti delle scuole medie di Fisciano e tante altre iniziative". Tra gli obiettivi, dunque, quello di promuovere l'operato della Fondazione, sensibilizzando la comunità, al fine di incrementare le donazioni e il patrimonio ed avere la possibilità di mettere in campo quante più iniziative possibili per rispondere ai bisogni della nostra provincia. Bisogni che, molto spesso, non sono rappresentati solo da povertà in senso economico, ma anche in senso educativo e valoriale. Per informazioni: Fondazionecomunitasalernitana.it


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con l'auto contro un albero: morta la 24enne di Auletta

  • Festa dell'Immacolata: non c'è il pienone in Campania, l'allarme dell'Abbac

  • La banda dell'Audi: è caccia ai ladri che svaligiano case di Salerno e provincia

  • Maltempo e danni a Salerno, alberi su auto in via Roma: ci sono feriti

  • Luci d'Artista 2019/2020: un giro d'affari di quindici milioni di euro

  • Castel San Giorgio, i carabinieri confermano: le ossa sono di Caterina Perozziello

Torna su
SalernoToday è in caricamento