Casa di appuntamenti a Nocera: rinvio a giudizio per una donna cinese

Oggi si è avuto il rinvio a giudizio di una donna, una 48enne cinese che faceva prostituire alcune sue connazionali con la scusa di massaggi erotici

Dilaga, lo sfruttamento della prostituzione nel salernitano. Dopo la casa a luci rosse ritrovata a Lancusi di Fisciano, è la volta di Nocera Inferiore: oggi si è avuto il rinvio a giudizio di una  donna, una 48enne cinese che faceva prostituire alcune sue connazionali con la scusante di massaggi erotici.

La denuncia

La donna, denunciata a piede libero nel mezzo di un lavoro investigativo nato da fonti confidenziali, conduceva e gestiva un’attività di prostituzione scoperta nel 2015: quando il 26 giugno i carabinieri arrivarono in via Siniscalchi, sventarono il sistema della casa dove, con la scusa di massaggi  terapeutici, si consumavano veri e propri atti sessuali. Per la maitresse cinese, come riporta La Città, sono scattate le manette.
 

Potrebbe interessarti

  • Maxi concorso della Regione Campania: come fare domanda

  • Grosso serpente sul lungomare di Salerno: l'appello dei cittadini

  • Sintomi, rimedi ed esercizi contro il dolore alla cervicale

  • Piano per rapinare un commerciante di Angri, ai domiciliari uno della banda

I più letti della settimana

  • Allerta meteo in Campania, le previsioni nel salernitano

  • Suicidio a Capaccio, 53enne si impicca con un foulard

  • Lutto a Mercato San Severino: il giovane Enzo muore in un incidente in Abruzzo

  • Incidente sull'A2 del Mediterraneo, all'altezza di San Mango: 5 feriti di cui uno grave

  • Si accoltella alla gola e poi si lancia in un dirupo: soccorso giovane a Salerno

  • Sorpresi a fare sesso sulla spiaggia, due turisti scambiati per residenti di Ravello

Torna su
SalernoToday è in caricamento