Castel San Giorgio, pretende di vedere il figlio e stalkera la ex: rischia il processo

L'uomo è accusato di stalking, con pedinamenti e centinaia di telefonate e messaggi dal contenuto ingiurioso verso la ex moglie, ma anche di non aver provveduto al mantenimento della donna e del figlio, violando le disposizioni del giudice

Un 36enne di Roccapiemonte rischia il processo perchè accusato di stalking, violenza privata, violazione degli obblighi di assistenza e mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice. La storia, concentrata tra il 2015 e 2016 tra Castel San Giorgio e Nocera Superiore, è stata vagliata questa mattina dal gup Alfonso Scermino, in udienza preliminare. La procura ha chiesto per l'uomo il rinvio a giudizio. La vittima altri non sarebbe che la ex moglie, molestata con telefonate e pedinamenti affinchè permettesse al padre di vedere il figlio. Durante il periodo oggetto di indagini, la coppia risultava essere già separata da tempo. Il reato di stalking si sarebbe concretizzato con diverse telefonate alla vittima, alle quali seguivano minacce ed insulti. L'uomo pedinava la ex anche in auto, quando lei usciva, inviandole centinaia di messaggi dal contenuto petulante e offensivo. Stravolgendo, così, le sue normali condizioni di vita oltre che la sua quotidianità. In un'occasione, la donna chiese aiuto ai carabinieri, tentando di avvisarli al telefono durante uno dei tanti litigi con l'ex marito. Ma questi, le afferrò il telefono e glielo gettò lontano, impedendole di telefonare 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma il 36enne sarebbe venuto meno anche al mantenimento del figlio e della ex moglie, come gli contesta nel medesimo procedimento il sostituto procuratore Ernesto Caggiano. Non solo, si sarebbe anche presentato a casa della donna, in un'altra occasione, pretendendo di trascorrere un pomeriggio con il figlio, nonostante gli fossero stati imposti limiti precisi di tempo durante i quali occuparsene. La donna è assistita dall'avvocato Giuseppe Buongiorno

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, Sarno si sveglia in lacrime: muore Michele, 38enne ricoverato al Ruggi

  • Suicidio a Salerno, si lancia dalla finestra e muore sull'asfalto

  • "Alimenti scaduti nel mio pacco": il direttore del Banco Alimentare risponde alla mamma di Pontecagnano

  • Coronavirus: 1° contagio a San Mango e nuovo caso a San Severino, i nomi dei pazienti

  • Coronavirus a Cava, contagiato medico di base: l'appello di Servalli ai pazienti

  • Covid-19: muore una salernitana, 341 contagi in provincia. Primario in via di miglioramento

Torna su
SalernoToday è in caricamento