Castellabate, occupazioni abusive in mare: scatta lo sgombero

Due ordinanze ad hoc sono state firmate, nelle ultime ore, dal direttore del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni Romano Gregorio

Linea dura del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni contro le occupazioni abusive nel mare che bagna Santa Maria di Castellabate. Due ordinanze ad hoc sono state firmate, nelle ultime ore, dal direttore Romano Gregorio.

I dettagli

Nel primo caso - riporta Infocilento - un privato aveva occupato circa 12.065 metri quadrati di specchio acqueo mediante il posizionamento di 50 gavitelli collegati a corpi morti costituiti da massi cubici o copertoni di automobili per ormeggio unità da diporto; nel secondo caso, invece, è stato occupato uno spazio acqueo di 42504 metri quadrati con 47 gavitelli collegati a corpi morti costituiti da massi o copertoni di auto. La scoperta è stata fatta dalla Capitaneria di Porto di Agropoli. Adesso i responsabili hanno a disposizione 90 giorni di tempo per rimuovere il tutto e ripristinare lo stato dei luoghi.

Potrebbe interessarti

  • Salerno: 5 locali perfetti per trascorrere una serata in riva al mare

  • "Aiuto, la strada è infestata dai serpenti": allarme dei residenti a Calata San Vito

  • Invasione di insetti rossi a Salerno: la gente scappa dal lungomare

  • Il mare più bello d'Italia è quello di Pollica e del Cilento Antico: parola di Legambiente e Touring Club

I più letti della settimana

  • "Do 1000 euro a chi restituisce il cellulare alla mamma di Alessandro": l'appello di un nostro lettore

  • Dramma a Nocera, precipita dal tetto di una scuola: muore operatore

  • Salerno: 5 locali perfetti per trascorrere una serata in riva al mare

  • "Aiuto, la strada è infestata dai serpenti": allarme dei residenti a Calata San Vito

  • Festeggiano il matrimonio in un ristorante ma non pagano il conto: neo sposini nei guai

  • Sole, mare e panorami mozzafiato: i Giardini del Fuenti incantano grandi e piccini

Torna su
SalernoToday è in caricamento