Studente vittima di bullismo a Cava, i genitori presentano una denuncia

Sul caso indaga la polizia del commissariato di Stato, dopo la denuncia sporta dalla famiglia. I fatti risalgono all'inizio di quest'anno, fino alla metà di dicembre

Un ragazzo di 15 anni sarebbe stato vittima di bullismo in una scuola superiore, di Cava de' Tirreni. Sul caso indaga la polizia del commissariato di Stato, dopo la denuncia sporta dalla famiglia. I fatti risalgono all'inizio di quest'anno, fino alla metà di dicembre.

La denuncia

Nella denuncia si muovono accuse quali stalking e lesioni, con il ragazzo che sarebbe stato costretto anche a refertarsi in ospedale, qualche settimana fa, per delle lievi ferite. Il piccolo sarebbe stato vittima di atteggiamenti persecutori ed intimidatori commessi da almeno tre ragazzi, tutti della sua stessa classe, durante le ore di lezione. La famiglia, dopo aver avuto un colloquio con l'istituto, ha deciso di rivolgersi ad un legale per tutelare il proprio figlio, chiedendo alle forze dell'ordine di fare chiarezza. Sia il padre che la madre non si sarebbero mai accorti di nulla, se non dopo aver collegato l'aggressione del piccolo ad atteggiamenti di chiusura che lo stesso avrebbe tenuto in casa, dopo tornato da scuola, senza raccontare quanto gli sarebbe accaduto. Alle forze dell'ordine spetterà ora comprendere quanto vi sia di vero in quello denunciato, per poi - di conseguenza - identificare i presunti responsabiliti di quanto riferito dalla famiglia del piccolo studente. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia all'Università di Fisciano: giovane precipita dal parcheggio multipiano e muore

  • I clan attivi in provincia di Salerno: nuova relazione dell'Antimafia

  • Blitz a Casa Campitelli di Pagani, scoperta "azienda" della droga: 13 arresti

  • Dramma a Cava, giovane precipita dal balcone e muore

  • Arancini, crocche e specialità siciliane: inaugurata "Mizzica" a Salerno

  • Paura a Battipaglia, rapinato un supermercato: donna ferita

Torna su
SalernoToday è in caricamento