Cibo scaduto ed escrementi di topo nella cucina della "Comunità Nazareth"

Il sopralluogo congiunto dei carabinieri del Nas di Salerno e dell'Asl, dietro delega della Procura di Nocera Inferiore, ha portato alla contestazione riguardante il laboratorio cucina, con una parte del cibo scaduto tenuto in pessime condizioni igieniche

Cibo tenuto in condizioni igienico sanitarie precarie, mentre in un altro locale spuntano fuori escrementi di topo. I carabinieri della sezione di polizia giudiziaria agli ordini del luogotenente Massimo Santaniello, dietro delega della Procura di Nocera Inferiore, hanno posto sotto sequestro i locali cucina della "Comunità Nazareth", un centro di accoglienza per persone di tutte le età, anche straniere. Il lavoro degli inquirenti è stato coadiuvato da tecnici dell’Asl e dai carabinieri del Nas di Salerno, che con un sopralluogo hanno scoperto che il laboratorio di cucina era privo dei requisiti igienici e strutturali previsti. In altri due ambienti invece, oltre alle medesime condizioni, vi erano prodotti scaduti e non tenuti in sicurezza. Del cibo invece, pur non scaduto, era conservato in un luogo dove figuravano anche escrementi di topo. I risultati verbalizzati dopo i controlli sono stati messi nero su bianco su di un verbale, poi trasmesso alla Procura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’attività di cucina è stata sospesa, con il contestuale sequestro dei locali risultati fuori norma. Il centro, che ha tra le sue priorità quello di garantire accoglienza temporanea a soggetti e persone in difficoltà, ha due convenzioni con il Comune, che ad ogni semestre è tenuto ad effettuare controlli delegando personale dei servizi sociali e manutenzione. Al termine delle operazioni, la Procura di Nocera valuterà se denunciare a piede libero il legale rappresentante. E questo a causa delle condizioni con le quali avrebbe portato avanti determinate attività, funzionali alla struttura.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, ad Avellino spunta anche il virus di "Festa": il sindaco tra gli assembramenti incita la movida contro Salerno

  • Va in Brasile per far visita alla figlia e non riesce più a tornare: l'appello di un salernitano alle istituzioni

  • Assembramenti e cori contro Salerno, Selvaggia Lucarelli: "Ad Avellino i lanciafiamme di De Luca"

  • "C'è una bomba a Fratte": strade chiuse al traffico e artificieri all'opera, ma è un falso allarme

  • Incidente a Pontecagnano, morte cerebrale per il 37enne

  • De Luca ospite di Gramellini su Rai 3: dalla Campania sicura, ai "raddrizzatori di banane"

Torna su
SalernoToday è in caricamento