Cava, spacciava cocaina da casa: condannata 53enne

La donna rispondeva di spaccio di sostanze stupefacenti. “Lady crack”, così è conosciuta negli ambienti della procura, fu arrestata dopo un blitz risalente allo scorso marzo

Foto d'archivio

E' stata condannata a 3 anni e 6 mesi di reclusione L.Z. , 53enne di Cava de' Tirreni, nota per essere la sorella di D.Z. , coinvolto in un'indagine dell'Antimafia meno di un anno fa. La donna rispondeva di spaccio di sostanze stupefacenti. “Lady crack”, così è conosciuta negli ambienti della procura, fu arrestata dopo un blitz risalente allo scorso marzo, quando i carabinieri le trovarono in casa 17 grammi di cocaina suddivisi in ventotto singole dosi, con tre diverse cessioni agli atti del procedimento, ricostruite e finite nel fascicolo contro di lei. 

L'indagine

Il fratello era finito in carcere dopo un'indagine della Dda, con le accuse di usura ed estorsione, aggravata dal metodo mafioso. In quella stessa indagine c'era finita anche L.Z. per un solo episodio di estorsione in concorso con il fratello. Il blitz antidroga era scattato il primo marzo, all’alba, intorno alle cinque nella frazione di Santa Lucia.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente a Baronissi: morto un 21enne, un arresto per guida in stato di ebbrezza

  • Agropoli, rubata la salma di Pasquale Picariello: familiari sotto choc

  • Incidente mortale a Baronissi, il ragazzo che guidava interrogato dal gip: "Non ricordo nulla"

  • Via Pietro del Pezzo: rissa in pizzeria, intervengono i carabinieri

  • Delitto di Baronissi, l'imputato "cosciente ma con disturbi della personalità"

  • Morte di Melissa La Rocca, le parole della sua prof a una settimana dalla tragedia

Torna su
SalernoToday è in caricamento