Chiusura delle Fonderie Pisano: la reazione del Comitato Salute e Vita

"In seguito provvedimento di sospensione delle attività - è scritto in una nota stampa - ci si aspetta che Asl e Comune diano parere sfavorevole alla prosecuzione delle attività, in occasione della conferenza dei servizi convocata per il 10 ottobre"

Foto archivio

Dopo la notizia della chiusura per 45 giorni delle Fonderie Pisano, disposta dalla Regione Campania, ecco la reazione dell’Associazione e del Comitato Salute e Vita, presieduti da Lorenzo Forte. "Apprendiamo con soddisfazione il provvedimento della Regione Campania. Le Fonderie resteranno chiuse fino al ripristino delle conformità all’autorizzazione - scrive l'associazione in una nota stampa - Finalmente dopo oltre 18 mesi si mette fine, per adesso, al nocumento alla salute e all’ambiente. A maggio 2017, l’Arpac aveva evidenziato la non applicazione di 9 B.A.T. , ma c'erano stati numerosi rimpalli di responsabilità tra Regione ed Arpac".

Lo scenario

Il provvedimento inoltre arriva proprio in prossimità della scadenza dei termini della diffida, inoltrata ad inizio settembre dal Comitato Salute e Vita al Sindaco di Salerno e alla Regione Campania, affinché gli Enti preposti si assumessero le proprie responsabilità in base alle ultime risultanze Arpac. "Il danno alla salute e all'ambiente provocato dalle emissioni non convogliate e non adeguatamente filtrate è presente fin dal novembre 2015 - ribadisce il Comitato Salute e Vita - Era la data del primo sopralluogo Arpac che portò alla chiusura del febbraio 2016. Giova inoltre sottolineare che la Regione Campania, proprio a causa del perdurare di tale situazione, ha contestualmente trasmesso al Sindaco di Salerno il provvedimento di sospensione dell’attività delle Fonderie ai fini delle assunzioni di eventuali misure, ai sensi dell’art. 217 del Testo Unico delle Leggi Sanitarie e in qualità di Autorità Sanitaria Locale".

 L'auspicio

"In seguito alle risultanze indicate nel provvedimento di sospensione delle attività - conclude il Comitato Salute e Vita - ci si aspetta a questo punto che Asl e Comune, ciascuno per le proprie competenze, diano parere sfavorevole alla prosecuzione delle attività, in occasione della conferenza dei servizi convocata per il 10 ottobre 2018 nell’ambito del procedimento di riesame dell’AIA. Il comitato e l’associazione Salute e vita continueranno a vigilare ed a compulsare gli Enti preposti alla Salute pubblica e alla tutela dell’Ambiente affinchè si ponga fine a questa emergenza sanitaria ed ambientale a tutela della vita e della salute".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I clan attivi in provincia di Salerno: nuova relazione dell'Antimafia

  • Blitz a Casa Campitelli di Pagani, scoperta "azienda" della droga: 13 arresti

  • Dramma a Cava, giovane precipita dal balcone e muore

  • Arancini, crocche e specialità siciliane: inaugurata "Mizzica" a Salerno

  • Chiudono le edicole, parlano i giornalai: "Con 800 euro non si può vivere"

  • Suicidio a Campagna, 31enne si toglie la vita: comunità a lutto

Torna su
SalernoToday è in caricamento