Chiusa via Vecchia Matierno, disagi per i residenti: "Caos viabilità"

Il presidente dell'associazione Verde e Sport Salerno torna a sollecitare l'amministrazione comunale di Salerno sulla questione relativa alla messa in sicurezza della strada

La strada chiusa

Ancora degrado nel popoloso quartiere di Matierno a Salerno. A denunciarlo è Romano Giuliano, presidente dell’associazione sportiva dilettantistica Verde e Sport Salerno, insieme a tutti i membri del direttivo formato da Carmine Pagano, Mario Romano, Maria Grazia Naddeo, Paolo Perotti,  Emiliano Romano. “Questa mattina – racconta Giuliano - dopo un sopralluogo dei vigili del fuoco e dei tecnici del Comune di Salerno è stata chiusa la strada “via Vecchia Matierno” a causa di un muro di contenimento pericolante, sia alle autovetture che hai pedoni. In questa strada si trova la nostra associazione ed un abitazione, ormai quasi totalmente isolate, perché l’unico modo per raggiungerle è un cavalcavia solo pedonale che si trova vicino al museo archeologico di Fratte conosciuto solo dalle persone della zona”.

“Noi vogliamo portare all’attenzione dell’amministrazione comunale  questo problema, in modo da non finire nel “dimenticatoio” come sempre in questa zona. Anche se questa  - continua - è una strada chiusa alle autovetture è di fondamentale importanza, in quanto è una strada che collega velocemente la zona di Matierno a quella di Fratte, ed automaticamente ai mezzi pubblici (autobus e metropolitana) e alle scuole. Noi come associazione stiamo cercando di far capire che Matierno non è solo la zona dove potersi imbattere in una siringa o in una buca o nell’accumulo di immondizia che la gente ineducata lascia per strada, senza parlare dell’erba alta che attira un sacco di insetti al quale non pensa mai nessuno, ma una zona dove si può creare divertimento sia per la gente del posto sia per la gente delle altre città. I cittadini di Matierno meritano un luogo dove svagarsi senza pensieri ed è per questo che  noi da tempo ripuliamo la zona da tutto questo schifo”.

Per Giuliano “questa strada merita un’attenzione maggiore da parte dell’amministrazione comunale, non solo intervenendo urgentemente nella messa in sicurezza del muro in questione, ma pensare ad una ripresa totale della strada partendo dal museo archeologico di Fratte fino ad arrivare in via degli etruschi, creando: una rete di recupero delle acque piovane perché quando piove la strada diventa un fiume in piena e si riversa sull’autostrada. Un manto stradale fatto per bene coprendo anche le zone dove non hanno accesso le auto. Un dispositivo sulla scala del cavalcavia che permetta il passaggio anche alle persone diversamente abili. Un efficace videosorveglianza di tutta la zona in questione. Noi - conclude Giuliano - come associazione ma soprattutto come vecchi abitanti della zona  abbiamo voluto esporre il disagio che vivono  tutti i cittadini ormai da anni, sperando che l’amministrazione comunale risolva a più presto il problema della chiusura della strada e che prenda in considerazione la riqualificazione della stessa”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Salerno, perde il controllo della moto e cade: morto 16enne

  • Lutto nella movida, dolore e commozione per i funerali di Enzo

  • Salerno, alunni vessati in classe: docente allontanata dalla scuola

  • Choc a Santa Maria di Castellabate: trovato un cadavere in spiaggia

  • Morto in spiaggia: due comunità piangono Domenico Di Sessa

  • A2 chiusa per la bomba, l'odissea di una famiglia: "Bimbi in lacrime, nessuna assistenza"

Torna su
SalernoToday è in caricamento