Turista francese morto nel Cilento, si indaga per omicidio: nel mirino le telefonate al 118

L’obiettivo degli inquirenti è accertare eventuali responsabilità su presunti ritardi nei soccorsi, come denunciato da alcuni amici del giovane. Si attende l'esito dell'autopsia

Simon Gautier

La Procura delle Repubblica del Tribunale di Vallo della Lucania ha aperto un fascicolo di indagine contro ignoti con l’ipotesi di reato di omicidio colposo sulla morte di Simon Gautier, il turista francese di 27 anni, disperso in Cilento, e il cui corpo è stato recuperato in un dirupo dopo nove giorni di ricerche.

L'inchiesta

L’obiettivo degli inquirenti è accertare eventuali responsabilità su presunti ritardi nei soccorsi, come denunciato da alcuni amici del giovane. Al vaglio degli inquirenti anche i tabulati telefonici  per verificare se dopo la telefonata al 118 il giovane ha inoltrato altre richieste di aiuto. Oggi il medico legale Adamo Maiese effettuerà l’autopsia sul corpo dell’escursionista nell’obitorio dell’ospedale “Immacolata” di Sapri. Lunedì scorso, invece, è stato svolto l’esame autoptico che avrebbe accertato che il giovane sarebbe deceduto a seguito della rottura dell’arteria femorale recisa a seguito della violenta caduta nel dirupo del costone roccioso.

I familiari

Intanto la madre del ragazzo, Delphine, è ripartita per la Francia insieme ad un gruppo di amici, mentre il padre è ancora nel Cilento per seguire personalmente l’evolversi delle indagini. Dopo aver effettuato tutti gli esami del caso, la salma potrà ritornare in Francia per la celebrazione dei funerali.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Salerno, perde il controllo della moto e cade: morto 16enne

  • Lutto nella movida, dolore e commozione per i funerali di Enzo

  • Salerno, alunni vessati in classe: docente allontanata dalla scuola

  • Choc a Santa Maria di Castellabate: trovato un cadavere in spiaggia

  • La prof fa l'appello e viene sbeffeggiata dagli studenti: il caso a Salerno

  • Morto in spiaggia: due comunità piangono Domenico Di Sessa

Torna su
SalernoToday è in caricamento