Clonazione di carte bancomat: scoperto a Ravello un nuovo sistema, si indaga

Sofisticati sistemi elettronici, detti “skimmer”, permettono prelievi fraudolenti, una volta collocati come cloni nella fessura degli ATM

E' stato scoperto a Ravello un nuovo sistema di clonazione di carte bancomat: come riporta Il Vescovado, sofisticati sistemi elettronici, detti “skimmer”, permettono prelievi fraudolenti in quanto vengono collocati come cloni nella fessura degli ATM in cui si infila la carta bancomat e, dotati di un sistema miniaturizzato di lettura del codice segreto con microcamera “slim”, riescono a rubarne la relativa sequenza.

La scoperta

Ieri mattina uno di questi sistemi è stato scoperto all’interno dell’ATM del Monte dei Paschi di Siena in Piazza Vescovado a Ravello. Alcuni correntisti infatti, già lunedì si erano accorti che qualcosa non andava: l’ATM con difficoltà riusciva a leggere le tessere magnetiche.

Le indagini

Lo sportello è andato fortunatamente fuori uso poco dopo e così il tecnico addetto alla manutenzione ha rilevato il tentativo di truffa. Il congegno è stato consegnato ai Carabinieri: si indaga, dunque, per risalire all'identità dei responsabili.


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma tra le due Nocera, giovane geometra si toglie la vita

  • Eboli, sequestrata una macelleria: il proprietario tenta di aggredire i carabinieri

  • Ultras Salernitana a lutto: è morto Antonio Liguori

  • Roccadaspide, raccoglie castagne cadute sulla strada: minacciato con un'ascia per il "furto"

  • Settecentomila lettere in partenza dall'Agenzia delle Entrate

  • Allaccio abusivo all'energia elettrica: torna libero il titolare del "Giardino degli Dei"

Torna su
SalernoToday è in caricamento