Comune di Battipaglia, conclusa la vendita del Palazauli: i dettagli

La struttura sportiva è stata ceduta per l’ importo di 917.872,40 euro. Ad annunciarlo è direttamente l'amministrazione comunale guidata dalla sindaca Cecilia Francese

Il Comune di Battipaglia

E’ stata conclusa, dopo circa otto anni di inutili tentativi, la vendita del Palazzetto dello Sport Bruno Zauli. La struttura sportiva è stata ceduta per l’ importo di 917.872,40 euro. Ad annunciarlo è direttamente l'amministrazione comunale di Battipaglia guidata dalla sindaca Cecilia Francese.

Il PalaZauli rientrava tra quei beni in vendita inseriti nel Piano di Riequilibrio Pluriennale che il Comune approvò circa 5 anni fa e che doveva servire per ripianare, in parte, l’enorme debito creato e lasciato dalle precedenti amministrazioni. La società Polisportiva Battipagliese, che ha acquistato il bene ha, inoltre, versato in unica soluzione un importo doppio rispetto a quanto era stato originariamente previsto dal bando e, sulla restante quota dilazionata, l'amministrazione ha chiesto ed ottenuto quale garanzia una ipoteca volontaria.

I commenti

Particolarmente soddisfatta la sindaca Francese: “Da oltre venti anni non si raggiungevano risultati così importanti per il nostro Comune. E' bene ricordarlo anche a chi aveva annunciato che non saremmo mai riusciti a vendere nessuno dei beni inseriti nel piano di dismissione del patrimonio comunale. Questo è uno dei tanti obiettivi che abbiamo raggiunto con il nostro impegno e con la  dedizione che dimostriamo ogni giorno nel fare scelte coraggiose per cambiare la nostra città. Non solo siamo tornati in possesso di tutti i beni del Comune che erano stati ceduti a società che hanno dimostrato di non saper concludere le alienazioni per cui erano state costituite ed anche di non saperli gestire ma abbiamo clamorosamente smentito coloro i quali, con saccenza ed arroganza, hanno affermato pubblicamente che mai l’Amministrazione sarebbe riuscita a vendere alcun bene e che il bilancio del Comune era falso perché prevedeva entrate da vendita del patrimonio. Le azioni ed i risultati sono le migliori risposte che possiamo dare a questi soggetti , che non meritano né spiegazioni né giustificazioni”.

Sulla stessa linea l’assessore alla legalità Laura Toriello: “L'obiettivo è stato raggiunto grazie ad un lavoro che viene da lontano. Abbiamo dovuto prima acquisire nuovamente al patrimonio dell'Ente i beni da mettere in vendita e poi inserirli nuovamente sul mercato. Un lavoro che ha richiesto un grande impegno per il quale ringrazio pubblicamente la segretaria generale Brunella Asfaldo, senza la cui preparazione e senza la cui proposta non saremmo mai rientrati in possesso dei beni e mai avremmo potuto venderli. La vendita del PalaZauli, appena intervenuta, è solo il primo dei passi che l’Amministrazione sta compiendo a cui altri, numerosi, seguiranno a breve. Nei prossimi giorni altre vendite saranno formalizzate e sarà pubblicato il nuovo bando, già predisposto dall’ingegnere Ruggiero, a cui del pari va data attestazione dell’ottimo lavoro svolto, per i restanti beni da dismettere”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di casa e sparisce nel nulla: imprenditore trovato morto a Colliano

  • Sta per aprire "Mizzica": degustazioni siciliane nel centro di Salerno

  • Pioggia di multe per i clienti dei negozi a Scafati: scoppia la rivolta dei commercianti

  • Uccisa e abbandonata a Salerno, 18 anni di carcere per l'assassino di Mariana

  • Presunto ufo a Capaccio Paestum: lo scatto attenzionato dagli esperti

  • "E' il tuo turno? Non mi interessa: ti ricevo dopo": sgarbo e razzismo all'Asl di San Severino

Torna su
SalernoToday è in caricamento