Cagnetta uccisa dal suo padrone, il Comune di Salerno si costituisce parte civile

Il sindaco: "Faremo la nostra parte, come amministrazione e come cittadini, in maniera civile e pacifica perché la violenza non può e non deve generare altra violenza. La giustizia farà il suo corso"

Il Comune di Salerno si costituirà parte civile nel processo che si terrà contro l'uomo che ha massacrato di botte la sua cagnolina di nome Chicca. Lo rende noto il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli. "La nostra amministrazione, da subito, ha condannato l'aberrante e inspiegabile gesto criminale di cui si è macchiato questa persona. - ha scritto il primo cittadino - Non potevamo rimanere indifferenti così come non lo sono stati i nostri concittadini che hanno seguito con attenzione e grande sensibilità la triste vicenda".

"Faremo la nostra parte, come amministrazione e come cittadini, in maniera civile e pacifica perché la violenza non può e non deve generare altra violenza. La giustizia farà il suo corso. Noi, dal canto nostro, saremo vigili e presenti", ha assicurato. Pronte, intanto, le manifestazioni e le iniziative in memoria della cagnetta, organizzate dagli animalisti, per domenica.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Spaccio a Salerno: pusher sorpreso e arrestato a Pastena, nei guai anche il cliente

  • Cronaca

    Avellino, bambine violentate e soggiogate da un pastore originario del salernitano

  • Incidenti stradali

    Maxi tamponamento a Capaccio Paestum: quattro feriti

  • Cronaca

    Olevano sul Tusciano: cade dal trattore, recuperato dai vigili del fuoco

I più letti della settimana

  • Suicidio in via Cacciatore: si lancia dal balcone, muore ex professore

  • Dramma a Torrione, chef stroncato da malore nel bar

  • Omicidio a Buonabitacolo, il 18enne arrestato: "Non era mio amico, era il mio pusher"

  • Pagani, mangia sushi e si sente male: scatta ricovero in ospedale

  • Incidente mortale a Nocera, le condizioni degli altri ragazzi coinvolti

Torna su
SalernoToday è in caricamento