Un palazzo al posto del parcheggio di Piazza Mazzini: via libera del Consiglio di Stato

I giudici di Palazzo Spada hanno ribaltato la precedente sentenza del Tar sugli standar minimi di verde e aree pubbliche. Ora l'amministrazione comunale potrà vendere i diritti edificatori

Foto archivio

E’ scontro giudiziario sulla vendita dei diritti edificatori di Piazza Mazzini. Dopo la bocciatura arrivata lo scorso anno dal Tar, nella giornata di ieri il Consiglio di Stato ha dato il via libera ai lavori a seguito di un ricorso presentato dal Comune di Salerno. Secondo i giudici di Palazzo Spada, infatti, gli standard minimi di verde e aree pubbliche contestati al Tribunale Amministrativo Regionale, sono osservati contrariamente a quanto affermavano i residenti e le associazioni ambientaliste perché il progetto urbanistico, messo nero su bianco dall’amministrazione comunale, riqualificherebbe non solo l’area di Piazza Mazzini ma anche quella di Piazza della Concordia. Dunque, adesso, l’iter per la cessione dei diritti edificatori può ufficialmente ripartire con buona pace degli abitanti e dei comitati nati per contrastare la realizzazione di un nuovo palazzo al posto dell’attuale area di parcheggio. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia all'Università di Fisciano: giovane precipita dal parcheggio multipiano e muore

  • Suicidio all'Unisa, il cordoglio di Loia: in arrivo tre psicologi per gli studenti

  • Gelo a Ricigliano, il parroco ai fedeli: "Celebro la messa a casa vostra"

  • Ex coppia di Pontecagnano a "C'è Posta per te": Federica dice no a Salvatore

  • Contursi Terme piange Mumù, il sindaco dei cani

Torna su
SalernoToday è in caricamento