Consorzio di Bacino Sa2, i lavoratori occupano la sede: esplode la protesta

Si tratta di 42 dipendenti che, nono essendo stati “cantierizzati” presso i comuni della provincia, rischiano da oggi di restare senza lavoro ed entrare in regime di “disponibilità”

La protesta sul tetto della sede

Esplode la protesta dei lavoratori del Consorzio di Bacino Sa2 che, questa mattina, stanno occupando la sede di via Scavate Case Rosse, al confine tra Salerno e Pontecagnano Faiano.

La vertenza

Si tratta di 42 dipendenti che, nono essendo stati “cantierizzati” presso i comuni della provincia, rischiano da oggi di restare senza lavoro ed entrare in regime di “disponibilità”. Oggi, infatti, il Consorzio cesserà la sua attività. Sono 17 i Comuni non serviti dai servizi del Consorzio che sono del tutto assenti dalla discussione sulla ripartizione, mentre nei 23 comuni serviti dall’Ente solo in alcuni casi si è proceduto all’assorbimento della quota di intercantieri assegnata dal “Piano di ripartizione”. Mancano all’appello Comuni importanti come Eboli, Capaccio, Battipaglia, Pontecagnano, Amalfi, Ravello, Campagna, Cetara etc.

Sul posto è arrivata anche la Polizia insieme ai vigili del fuoco per monitorare la situazione. Alcuni lavoratori, infatti, sono saliti sul tetto della struttura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un salernitano in Cina: la testimonianza di Francesco Musto

  • Dramma al Ruggi, ragazza partorisce la figlia e poi muore di tumore

  • Caso sospetto di Coronavirus a Salerno: oggi l'esito dei test, l'ira del web per "l'imprudenza"

  • Lutto a Castellabate, muore il maresciallo dei vigili Vincenzo Cilento

  • Coronavirus, due ragazze cilentane in quarantena

  • Coronavirus, primo caso sospetto a Salerno: paziente trasferito al Cotugno

Torna su
SalernoToday è in caricamento