Appalti, cooperative e malavita: blitz della Dia al Comune di Salerno

Nel mirino della Procura Antimafia la regolarità delle delibere di assegnazione degli appalti e i documenti forniti dalle stesse cooperative per partecipare alle gare. Si indaga sulla presenza di possibili prestanomi legati alla criminalità

La sede del Comune di Salerno

Blitz ieri mattina della Direzione Investigativa Antimafia di Salerno all’interno di Palazzo di Città. Nel mirino – rivela Il Mattino – una serie di documenti e cartelle sulle cooperative che si occupano di manutenzione in diversi settori di competenza dell’amministrazione comunale. Tutta la documentazione sarebbe stata fotocopiata dagli uomini della Dia, che non avrebbero acquisito ufficialmente nulla. Al momento, infatti, si tratterebbe di semplici controlli per accertare se, le delibere di assegnazione degli appalti e i documenti forniti dalle stesse cooperative per partecipare alle gare, siano regolari.

Verifiche che sarebbero state «ordinate» dalla Procura Antimafia nell’ambito di una inchiesta che sarebbe ancora alle battute iniziali. E che non vedrebbe, almeno finora, nessun iscritto nel registro degli indagati. Controlli necessari anche per verificare se i soci delle coop siano imparentati con persone che sono inserite all’interno di circuiti malavitosi oppure se ci siano dei semplici prestanomi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I clan attivi in provincia di Salerno: nuova relazione dell'Antimafia

  • Blitz a Casa Campitelli di Pagani, scoperta "azienda" della droga: 13 arresti

  • Dramma a Cava, giovane precipita dal balcone e muore

  • Arancini, crocche e specialità siciliane: inaugurata "Mizzica" a Salerno

  • Paura a Battipaglia, rapinato un supermercato: donna ferita

  • Blitz dei Nas in un deposito a Salerno: maxi sequestro di bottiglie d'acqua

Torna su
SalernoToday è in caricamento