"Non comunicano i loro rientri dal Nord": la denuncia dei salernitani e l'appello di un cittadino "autoisolato"

Aldo Romano: "Pur stando in ottime condizioni di salute, abbiamo deciso di autoisolarci, con senso di altruismo e responsabilità, senza grandi drammi"

Sono tanti, i cittadini provenienti dal Nord e rientrati a Salerno che, in barba al buon senso, non starebbero comunicando all'Asl di Salerno del loro viaggio, evitando, così, di autoisolarsi volontariamente per 14 giorni, in qualche caso ignorando pure la normativa regionale vigente in materia per prevenire la diffusione del Coronavirus. Diverse, infatti, le segnalazioni di lettori che ci stanno rendendo note tali situazioni a Salerno città: "So di persone che sono tornate dal Nord negli ultimi giorni, precisamente da Lombardia e Veneto: alla mia domanda circa l'isolamento volontario, mi hanno risposto che non intendono minimanente adottarlo e, facendo spallucce, hanno candidamente confessato di non essere intenzionati ad adeguarsi alle indicazioni istituzionali divulgate dagli enti", denuncia un utente.

L'esempio virtuoso

Diverso e virtuoso, invece, il comportamento di un salernitano residente a Pastena, Aldo Romano che, anche attraverso i social, ha già reso noto il suo rientro dal Veneto e la scelta di rispettare le indicazioni per la prevenzione:

"Pur stando in ottime condizioni di salute, abbiamo deciso di autoisolarci, con senso di altruismo e responsabilità, senza grandi drammi: è per la propria e per l'altrui salute autodenunciarsi se si proviene dalle zone rosse della Lombardia e Veneto, in particolare.

Spero che i nostri concittadini si autodenuncino come abbiamo fatto noi 52 amici, per il bene e la salute di tutti anziani e dei soggetti a rischio, particolarmente"

Vedi>>>L'opuscolo per l'autovalutazione

Le precauzioni in ambito europeo

Ricordiamo, a tal proposito, che anche il Parlamento europeo raccomanda una serie di misure di precauzione  a chi abbia viaggiato negli ultimi 14 giorni nelle aree colpite da Coronavirus, comprese le regioni del Nord Italia, dove si sono sviluppati i focolai della malattia. In particolare, la circolare interna, rivolta ai funzionari "in attesa di un aggiornamento ufficiale del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie", chiede a chi negli ultimi 14 giorni abbia viaggiato in Cina (Cina continentale, Hong Kong, Macao), Singapore, Corea del Sud e Nord Italia (Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna e Veneto) di osservare alcune precauzioni a cominciare da 14 giorni di autoisolamento, che vanno fatti anche se si sta bene e non si sono avuti (né si sospetti di aver avuto) contatti con una persona contagiata. Tra le misure precauzionali menzionate c’è la richiesta di continuare a monitorare le proprie condizioni di salute e misurare la temperatura due volte al giorno per 14 giorni. Solo se dopo 14 giorni non emergessero sintomi, allora è possibile tornare al lavoro, dopo aver ricevuto il via libera da parte del medico di famiglia.

Per ulteriori informazioni, è possibile contattare il numero verde regionale 800.90.96.99 attivo tutti i giorni dalle 8 alle 20, oppure il numero verde nazionale 1500.

Cosa c'è da sapere sul Coronavirus


 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Suicidio a Salerno, si lancia dalla finestra e muore sull'asfalto

  • "Alimenti scaduti nel mio pacco": il direttore del Banco Alimentare risponde alla mamma di Pontecagnano

  • Coronavirus: 1° contagio a San Mango e nuovo caso a San Severino, i nomi dei pazienti

  • Covid-19: muore una salernitana, 341 contagi in provincia. Primario in via di miglioramento

  • Coronavirus a Cava de' Tirreni, morto luogotenente dei carabinieri

  • Coronavirus in Campania, i casi positivi salgono a 2231: i dati

Torna su
SalernoToday è in caricamento