Anticorruzione: botta e risposta tra Cantone e De Luca

Cantone ha voluto rispondere alle critiche alle norme anticorruzione mosse dal presidente della Regione Campania che ha replicato sottolineando l'importanza del protocollo stipulato tra la Regione e l'Anac

Raffaele Cantone

Duro botta e risposta tra il governatore De Luca ed il presidente dell'Anac Raffaele Cantone che, a proposito delle dichiarazioni dell'ex sindaco di Salerno al convegno sul Mezzogiorno a Napoli ha commentato: "Per De Luca la lotta alla corruzione blocca l'Italia? Fuori le prove. Se ha ragione - ha incalzato - lo dimostrasse. Mi sono stancato di questi slogan basati sul nulla. I Codici degli appalti, fatti bene, vengono sistematicamente boicottati da chi dovrebbe applicarli. Ma a chi dice che si blocca il paese, ricordo che finora l’Italia non bloccata ha prodotto opere inesistenti che sono durate anni e nemmeno sono state finite" ha concluso Cantone.

Poche ore dopo, però, è arrivata la replica del governatore De Luca: "Rappresento una Regione impegnata a fondo in un lavoro di riordino e di moralizzazione rigorosa nell'ambito delle proprie responsabilità e competenze. Abbiamo voluto stipulare, dall'inizio, un protocollo d'intesa con l'Anac, impegnandosi a sottoporre ad essa gli atti relativi alle materie ambientali e alle opere pubbliche. Ho detto, e ribadisco con assoluta convinzione, che la normativa che prevede a carico di dipendenti pubblici, in conseguenza di una condanna in primo grado per abuso d’ufficio, l’automatico dimezzamento dello stipendio e il demansionamento, ha creato un clima di paura e di fuga dalle responsabilità. Questo - conclude - rischia di ritardare gravemente passaggi decisionali di competenza della pubblica amministrazione".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente a Baronissi: morto un 21enne, un arresto per guida in stato di ebbrezza

  • Agropoli, rubata la salma di Pasquale Picariello: familiari sotto choc

  • Incidente mortale a Baronissi, il ragazzo che guidava interrogato dal gip: "Non ricordo nulla"

  • Via Pietro del Pezzo: rissa in pizzeria, intervengono i carabinieri

  • Delitto di Baronissi, l'imputato "cosciente ma con disturbi della personalità"

  • Droga tra Agro e Irno, 14 arresti: uno dei fornitori vicino al clan Fezza - D'Auria

Torna su
SalernoToday è in caricamento